Il ferro è uno dei metalli più diffusi sulla Terra e, contemporaneamente, un oligo-elemento senza il quale è impossibile il buon funzionamento dell'organismo umano.

L'organismo di una persona adulta contiene circa 4 g di questo elemento, di cui 2,5 g fanno parte della composizione dell'emoglobina, mentre la parte restante si trova nel midollo osseo, nella milza e nel fegato.

Il ferro come microelemento svolge le seguenti funzioni

●    assicura la respirazione cellulare

●    partecipa al processo dell'emopoiesi

●    è componente di più di 100 enzimi

Il ferro è un microelemento indispensabile per la formazione dell'emoglobina.

L'emoglobina - contenuta nei globuli rossi del sangue umano - è la proteina principale del ciclo respiratorio, in quanto trasporta l'ossigeno dagli organi respiratori ai tessuti e l'anidride carbonica in direzione opposta.

La carenza di ferro nell'organismo comporta la diminuzione dei livelli di emoglobina nel sangue.

Per aumentare l'emoglobina nel sangue bisogna mangiare cibi ricchi di ferro.

Il fabbisogno di ferro

Una persona adulta deve ricevere con l'assunzione di cibo circa 15-40 mg di questo oligo-elemento, considerando che l'organismo assimila in media il 10% dell'apporto di ferro con l'alimentazione.

Una maggiore quantità di oligo-elemento è necessaria durante i periodi di maggiori esigenze dell'organismo, ad esempio, durante la gravidanza, durante la crescita dell'organismo.

Carenza di ferro nell'organismo

●    comporta l'anemia: riduzione del numero di globuli rossi e di emoglobina nel sangue

●    si manifesta con debolezza, affaticamento, vertigini, difficoltà di concentrazione, deficit della memoria, intolleranza al freddo, frequenti palpitazioni del cuore, crepe negli angoli della bocca, deformazione e fragilità delle unghie, alterazione del gusto, diminuzione dell'immunità, aumento del rischio di insorgenza di tumori, rallentamento di sviluppo mentale e fisico nei bambini

Anche l'eccesso di ferro nell'organismo comporta delle conseguenze negative.

Con tutto ciò, eliminare il problema di carenza di questo oligo-elemento è molto più facile che liberarsi del suo eccesso.

Eccesso di livelli di ferro nell'organismo

●    comporta la deposizione di questo elemento negli organi e tessuti, insufficienza epatica, aumento del rischio di insorgenza di tumori e di malattie infettive, diabete, arteriosclerosi, artrite

●    si manifesta con debolezza, affaticamento, vertigini, pigmentazione della pelle, bruciore di stomaco, nausea, vomito, costipazione e diarrea, diminuzione dell'appetito, perdita di peso

Aumentare l'emoglobina con alimentazione

Negli alimenti il ferro è presente in due forme:

1.    ferro eme (negli alimenti di origine animale) facilmente assimilabile dall'organismo: dal fegato - 10-20%, dal vitello - 17-20%, dal pesce - 9-11%

2.    ferro non-eme (negli alimenti di origine vegetale) difficilmente assimilabile, da 1 a 7%

Alimenti di origine animale ricchi di ferro

●    frattaglie: fegato, reni

●    carne rossa: manzo, agnello, vitello, coniglio

●    molluschi

Alimenti di origine vegetale ricchi di ferro

●    soia, lenticchie, piselli, fagioli

●    grano saraceno, farina d'avena, orzo

●    cavolo di mare

●    semi di sesamo, semi di zucca e semi di girasole

●    nocciole, mandorle, arachidi

●    frutta secca: rosa canina secca, mele secche, albicocche secche, uva passa, prugne secche, datteri

●    frutta fresca: rosa canina fresca, mele, corniolo, cachi, ribes nero

●    ortaggi: barbabietola, cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, sedano, aneto, prezzemolo, aglio, ortica

L'assorbimento del ferro favorisce

●    acido ascorbico

●    vitamina B12

●    rame

●    pepsina

●    acido del succo gastrico

L'assorbimento del ferro è ostacolato da

●    alta concentrazione di calcio

●    alta concentrazione di vitamina E

●    alta concentrazione di zinco

●    riduzione dell'acidità del succo gastrico

●    carenza di vitamina A

●    tannini contenuti in tè, caffè, mela cotogna, mirtilli

●    fosfati contenuti nel latte, formaggio, uova

●    acidi grassi contenuti negli spinaci, acetosella

Molti alimenti ricchi di ferro (uova, mirtilli, ecc.) non possono essere considerati cibi che aumentano i livelli di emoglobina nel sangue perché sono necessarie determinate condizioni per assimilare questo microelemento.

Gli alimenti più indicati per aumentare l'emoglobina sono le frattaglie e la carne rossa, soprattutto in combinazione con verdure ricche di vitamina C.

È sconsigliato inoltre assumere insieme agli alimenti ricchi di ferro quali i prodotti lattiero-caseari, tè e caffè.

Eccellente Donna

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!