Cerchiamo di capire come trovare il proprio stile di arredamento, per poter creare un’atmosfera in cui vivere diventerà un piacere.

Guarda la TV, sfoglia i cataloghi

Un valido aiuto nella scelta di direzione possono essere programmi televisivi, cataloghi e siti internet di arredamento, perché mostrano le immagini degli interni, e, quindi, si può capire subito le preferenze di stile.

Presta attenzione ai dettagli, ad esempio, i complimenti d’arredo, le decorazioni o un particolare colore. Anche un solo oggetto di design può cambiare l’umore.

Non cedere alla tentazione di acquistare l’intero arredamento della stessa collezione

Gli arredi della stessa collezione sembrano perfetti solo nelle lucide riviste, invece nella vita reale possono risultare noiosi e freddi.

Si può scegliere un arredamento diverso, ma non deve essere contrastante né nei complimenti d’arredo né nello stile. Un’eccezione possono essere gli oggetti di design unici, ad esempio, un antico vaso cinese in un arredamento in stile inglese o un lampadario di cristallo in stile loft.

La quotidianità, la geometria, gli accessori d’arredo

Pensa agli accessori che possono essere utili per arredare la tua casa. Forse, arrivi alla conclusione che la tua direzione sia hi-tech: oggetti di design “intelligenti” e soluzioni innovative integrati nell’arredo.

Oltre agli accessori, non dimenticare la geometria degli elementi d’arredo. Ascolta il richiamo delle forme: le linee rette e precise esprimono il minimalismo, le fluide rotondità tendono verso Io stile classico, e, le forme snelle aspirano al futurismo.

E per capire quale materiale è più adatto a te, attiva tutti i cinque sensi. Annusa l’odore del legno per decidere se scegliere il parquet o l’eco-finitura. Inspira la brezza marina e assapora i raggi del sole: dipingi le pareti di colori caldi e vivaci. Fiuta il potere del metallo e guarda attraverso la trasparenza del vetro per immergerti nello stile industriale. Tocca le screpolature di oggetti antichi, come se volessi tirare fuori dalla cassapanca logorata dal tempo un tocco degli stili provenzale e retrò. Chiudi gli occhi, immagina e memorizza ciò che ti è piaciuto.

Non rinunciare alla rigorosa geometria perché gli angoli sono pericolosi per i bambini, e a superfici con una piacevole sensazione tattile a causa di taglienti artigli di animali domestici.

Anche le superfici rotonde possono essere pericolose (inoltre, ci sono tanti modi per ridurre al minimo tali rischi). E non è possibile evitare la rovina della finitura: dal tempo, dagli inquilini senza scrupoli dell’appartamento di sopra o dalle crepe di ritiro della struttura.

Condizioni meteo all’esterno, colori all’interno

Prendiamo l’arredamento scandinavo (ad esempio, il design IKEA). In Scandinavia il clima è freddo, il tempo è per lo più umido e nuvoloso. Anche l’arredamento echeggia al tempo – chiaro o scuro, ma non appariscente – con colori freddi: bianco, grigio, blu. La monotonia è diluita dagli accenti: una sedia gialla tra elementi uguali, divertenti impronte intricate nei tappeti e tappetini di lana, legno naturale per trasmettere comfort e tanto verde come tocco finale.

La Spagna, il Messico, sono paesi dove i colori si intrecciano sin dai tempi antichi. Lo stesso aspetto hanno gli arredi. Gli abitanti di queste nazioni non si stancano dei colori vivaci dei tessuti, mobili e decorazioni.

Il Mediterraneo è così ricco di sole, che vorresti rifugiarti all’ombra fresca delle abitazioni. Invece, i suoi abitanti anche in casa fanno entrare tantissima luce e colori allegri: giallo, terracotta. E se le pareti sembrano uno sfondo bianco, sicuramente, si nota la preferenza a un colore particolare, ad esempio, il blu greco.

Analizza le tue preferenze di colori, accenti, umore. I colori possono rinfrescare l’arredamento o peggiorarlo, se abbinati male.

Viaggia e ascolta le tue sensazioni

Viaggiare è uno dei modi migliori per ottenere le nuove esperienze. Non dimenticare di prestare attenzione ai dettagli negli arredi del posto e ascolta le tue sensazioni.

Non possiamo portare a casa tutto quello che “è bello”, e dopo buttarlo per inutilizzo o perché non ci piace più. A volte questi errori possono essere evitati proprio conoscendo l’arredo temporaneo.

Viaggiando e soggiornando negli alberghi, puoi capire cosa ti piace e dove ti senti a tuo agio.

Per fare la scelta giusta, valuta se il ventilatore a soffitto ti salva dal caldo, se il tappeto per i piedi è piacevole al tatto, se il divano per te è altrettanto comodo come la poltrona, se vuoi veramente trascorrere le serate davanti a un finto camino, e la tua vasca idromassaggio vale davvero un: “la voglio punto e basta”.

Consiglio di professionista in interior design

Se non hai ancora preso alcuna decisione, e, comunque, ti piace tutto, o, semplicemente non hai tempo, chiedi il consiglio a un esperto in interior design. Un professionista sarà in grado di capire e far entrare vita e personalità nel tuo arredamento.

Mai andare da un esperto a caso

Scegli un paio di professionisti in interior design in base alle recensioni, formazione, approccio verso il lavoro e descrivi le tue idee in un incontro personale. Devi vedere che la persona si muove nella stessa direzione dei tuoi sogni.

Non aver paura di sognare! Suggerimenti di cataloghi e consigli di professionisti in interior design ti aiuteranno a evitare gli errori e scegliere l’arredamento adatto a te.

Summary
Come trovare il proprio stile di arredamento se ci piace tutto?
Article Name
Come trovare il proprio stile di arredamento se ci piace tutto?
Description
Cerchiamo di capire come trovare il proprio stile di arredamento, per poter creare un'atmosfera in cui vivere diventerà un piacere. 1. Guarda la TV, sfoglia i cataloghi 2. Non cedere alla tentazione di acquistare l'intero arredamento della stessa collezione...
Author
Eccellente Donna
Come trovare il proprio stile di arredamento se ci piace tutto?