Sembra tutto chiaro e tondo: hai il tuo lavoro o un’attività, oppure vuoi seguire una corretta alimentazione. Semplicemente segui e basta, che c’è da inventare?! Ma per qualche motivo non funziona: il lavoro non va bene, l’attività non ha sviluppi, seguire la corretta alimentazione diventa una tortura.

E non è semplicemente questione di saper organizzarsi o “forzare” se stessi per fare qualcosa.

Il patto con Te stesso è, in primo luogo, la ricerca delle soluzioni per rendere la propria vita più soddisfacente, per concedersi qualcosa di piacevole, per recuperare le forze. E, solo in secondo luogo è un aumento di produttività e di altre “utilità” procreative.

Voglio sottolineare ancora una volta:

Scrivere e osservare il patto deve rendere la tua vita più sensata e un po’ più soddisfacente.

Dunque, devi definire cosa esattamente devi fare, come lo devi fare e quale risultato per te soddisfacente riuscirai ottenere alla fine.

Lo schema per allenarsi a scrivere un patto con se stesso:

1) Scrivi la lista delle cose che rimandi sempre, trovando varie scuse o dei “validi” motivi. Oppure, fai una descrizione generale degli obiettivi che vorresti raggiungere, ma la pigrizia ti impedisce di farlo.

2) Adesso analizza dettagliatamente ogni tuo obiettivo. Il tuo compito è: delineare cosa esattamente devi fare, la quantità approssimativa del lavoro da fare, quante risorse sono necessarie, e come capire che sia arrivato il momento di fermarsi perché l’obiettivo è stato raggiunto. Non dimenticare che i criteri di controllo del risultato devono essere chiari e fattibili. Inoltre, presta attenzione che l’obiettivo riguardi solo te. Se per il raggiungimento del tuo obiettivo servono cambiamenti da parte di altre persone, assicurati prima che loro siano disposti a farli.

3) Ora chiedi te stesso, se sia legale ed etico dal punto di vista morale. Se sei credente, verifica, che non contraddica alla tua fede religiosa.

4) Controlla che tutto sia realizzabile: hai le risorse necessarie (tempo, competenze, conoscenze, esperienze, strumenti), e se no, hai le possibilità di ottenerle (imparare, chiedere aiuto, acquistare).

5) E, in fine, pensa alla soddisfazione dal raggiungimento dell’obiettivo. Se il fatto di raggiungere l’obiettivo o il processo in sé per te è abbastanza piacevole e, comunque, desiderato, allora, un’altra motivazione non è necessaria. Ma se senti che il raggiungimento dell’obiettivo per te non è un processo interessante, e l’obiettivo non è molto “piacevole”, ma per qualche motivo devi comunque farlo, allora, chiedi a te stesso, cosa potrebbe compensare le tue “sofferenze morali”. Quale ricompensa potrebbe soddisfarti? Oppure, cosa potrebbe consolarti per il raggiungimento di questo obiettivo? La ricompensa deve veramente soddisfare.

Esempio:

Devo fare il rendiconto mensile: un processo noioso, per niente creativo, ma, necessario. Andiamo per punti:

1. Compito: il rendiconto mensili dell’attività.

2. Dettagli: l’obiettivo sarà raggiunto, quando davanti a me troverò il foglio del rendiconto completato.

3. Etica e legalità: sì, scrivere il rendiconto è legale e moralmente accettabile, anche se non è molto piacevole.

4. Fattibilità: ho tutti i dati necessari, so come fare questo tipo di rendiconto, ho carta e penna e un paio d’ore di tempo per fare questo lavoro.

5. Ricompensa: dopo aver consegnato quell’odioso rendiconto, proverò soddisfazione, ma per appagarmi comprerò qualche dolcetto.

E, adesso, tocca a te fare questo esercizio. Scrivi nei commenti com’è andata e se hai bisogno di aiuto o qualche correzione.

Contratto con Me Stesso/a. (Scarica da Telegram)

Telegram è l’applicazione di messaggistica, che dichiara 100 milioni di utenti attivi mensili.

Per attivare il nuovo canale basta scaricare la app Telegram sul proprio smartphone, collegarsi all’indirizzo https://t.me/meglioperme e cliccare su “Unisciti”.

Cambia il tuo modo di agire e di essere!

Summary
Perché fare un patto con Te stesso?
Article Name
Perché fare un patto con Te stesso?
Description
Scrivere e osservare il patto deve rendere la tua vita più sensata e un po' più soddisfacente. Dunque, devi definire cosa esattamente devi fare, come lo devi fare e quale risultato per te soddisfacente riuscirai ottenere alla fine.
Author
Eccellente Donna