Chi va piano va sano e va lontano. Questo proverbio è applicabile anche alla vita intima. I sessuologi concordano sul fatto che il sesso lento scopre nuovi limiti di sensibilità e aiuta i partners a raggiungere un livello più alto di godimento.

Di solito il sesso veloce è associato ad una folle passione, ma in realtà spesso si rivela solo un modo per raggiungere l’orgasmo precoce, cioè un banale sfogo. Tutt’altri obiettivi persegue l’atto sessuale lento, praticato sempre da più persone. In cosa consiste? Cerchiamo di capire.

Cosa è il sesso lento

Lo psicoterapeuta Barnaby B. Barratt ha delineato tre caratteristiche principali del sesso lento:

  1. Concentrazione sul rapporto sessuale. Cioè, concentrare l’attenzione su ogni fase di intimità, piuttosto che sul desiderio di raggiungere il traguardo in modo più veloce.
  2. Concentrazione sul godimento. Cioè, concentrarsi sulla percezione sensoriale di qualsiasi contatto, e non sul desiderio di liberarsi dalla tensione.
  3. Giocosità. Cioè, seguire liberamente e senza fretta ogni richiamo del corpo, e non trasformare il sesso in un processo ben strutturato, eseguito per un certo periodo di tempo.
Un concetto simile di intimità esiste nel Tantra, pratica spirituale che utilizza il corpo come strumento di conoscenza.

Il sesso tantrico implica un modo lento, graduale di entrare in contatto con se stessi e col partner, di consapevolezza di sé durante questo contatto, e il rilascio di un potente flusso di energia sessuale, che sia in grado di influenzare altre sfere della vita.

E’ comprensibile che una persona di cultura occidentale sia più incline al sesso veloce: la nostra civiltà si è formata sotto l’influenza del cristianesimo, che ha quasi demonizzato la fisicità. Inoltre, siamo abituati a raggiungere gli obiettivi e ad essere efficaci.

Nel mondo di oggi, di continua fretta, cerchiamo di ottenere “il nostro numero di orgasmi”, quindi, per il sesso lento, semplicemente, non abbiamo tempo. Ed è un peccato.

Vantaggi del sesso lento

1. Il sesso lento aumenta in modo significativo la sensibilità e migliora l’intimità tra i partner. Con questo concordano molti sessuologi. Il fatto è che, aprendosi alle emozioni durante un rapporto sessuale, i partner si liberano dalla necessità di “lavorare per il risultato” (questo è particolarmente importante per gli uomini).

Così, il sesso smette di essere un fattore di stress. E, invece, diventa un atto creativo e un modo per rilassarsi. Lo psicoanalista francese Alain Héril ritiene che questa pratica sia in grado di riaccendere il desiderio anche in un rapporto di lungo durata.

2. Il sesso lento può essere un metodo di sviluppo personale. Concentrandosi sulle sensazioni, l’individuo allena la propria consapevolezza, comincia a capire meglio se stesso ed a vivere più intensamente. Tali affermazioni riguardano per lo più la pratica tantrica.

Così, l’autore del libro “Le chiavi del sesso tantrico: una guida pratica per gli amanti di oggi”, Diana Richardson, osserva che il sesso nel Tantra è un modo per toccare la propria essenza. Praticandolo, l’individuo scopre una fonte di godimento in se stesso, ha la possibilità di esplorare realmente il partner, e non lo usa soltanto come una “macchina” per raggiungere l’orgasmo.

3. Fare sesso lentamente dona molto più godimento del fare sesso in modo veloce. Le persone che praticano questo metodo di intimità possono imparare le tecniche di controllo dell’orgasmo. Esse consistono nel mantenimento dello stato altamente eccitato, che alla fine si conclude con l’orgasmo di tutto il corpo, quasi euforia.

Una simile esperienza del Tantra la descrive nel suo libro “Elogio della lentezza: rallentare per vivere meglio” il giornalista canadese Carl Honoré. Secondo lui, durante il sesso normale arriva l’orgasmo genitale che dura solo pochi secondi.

Invece, il Tantra riesce a prolungare ed amplificare l’estasi. L’energia sessuale si distribuisce in tutto il corpo, che batte letteralmente in convulsioni per il godimento.

Suona impressionante, vero? Ma come si fa a raggiungerlo? Ecco alcuni suggerimenti.

Come fare sesso lentamente

1. Prepara l’ambiente

Per rivelare la sensualità è molto importante l’ambiente: odori, colori, consistenze. Poi utilizzare la vasca da bagno, gli oli essenziali, le candele profumate, la seta, insomma, tutto ciò che possa amplificare le sensazioni. E, ovviamente, pensa anche al tempo. Per fare sesso lentamente devi avere a disposizione molto tempo.

2. Inizia con il contatto visivo

Uno sguardo può essere altrettanto eccitante di una carezza o di uno sfioramento. Esamina attentamente il corpo del partner, come se volessi toccarlo con gli occhi.

Molte donne, riguardo il loro corpo, sono complessate. Per superare questi complessi, devi immaginare che con ogni capo di vestiario tolto, rimuovi un complesso o l’ansia. Così, denudando il corpo, ti liberi delle preoccupazioni.

3. Segui il respiro

Lo scrittore americano James N. Powell, che ha studiato la cultura del sesso lento dei popoli della Polinesia, consiglia di osservare il proprio respiro e il respiro del partner. Così sentirai l’energia che unisce tutte le parti del tuo corpo con il corpo del tuo partner.

Il sessuologo Val Sampson sostiene, inoltre, che con l’aiuto di esercizi di respirazione si può allungare notevolmente la durata dell’orgasmo maschile. Per fare ciò, l’uomo nello stato che precede l’orgasmo, deve respirare piano e profondamente e cercare di rilassare i muscoli. Quindi, invece dei soliti 7-10 secondi, il godimento può durare fino a 30 secondi.

4. Esamina tutte le parti del corpo

Fare sesso lentamente dà la possibilità di dedicare tempo a quelle aree che di solito sono ignorate durante il rapporto sessuale. Ora hai l’occasione di scoprire qualcosa di nuovo sui tuoi gomiti, mani e caviglie. Prova a fare un lungo massaggio erotico o una carezza prolungata di una particolare parte del corpo.

Segui le tue sensazioni e raccontale al tuo partner.

Diana Richardson consiglia di non trattenersi nelle reazioni: se ti senti in imbarazzo o ridicola, quindi, ridi; se hai voglia di piangere, piangi. L’emozione sincera rafforzerà ulteriormente l’intimità.

5. Pratica fusione prolungata

Questo consiglio vale di più al partner attivo. Deve penetrare l’altro molto lentamente (anche millimetro per millimetro) e lentamente uscire. Deve cerca di trattenersi dentro, per sentire l’unione col proprio partner.

Siamo abituati a godere di attriti veloci. Il sesso lento dà la possibilità di provare il piacere del processo di fusione stessa.

E, infine, l’ultima precisazione. Il sesso lento non esclude la presenza nella tua vita i rapporti sessuali veloci. A volte, ci vuole un tocco di “passione animale”.

In definitiva meglio se i partners lavoreranno insieme per cercare il ritmo più ottimale. Basta non basarsi sugli stereotipi: infatti, anche gli studi dimostrano che gli uomini potrebbero preferire il sesso lento, e le donne, invece, il sesso veloce.

GINNASTICA INTIMA FEMMINILE

Eccellente Donna

Ricevi la Guida GRATUITA

“10 Passi per realizzare il tuo Sogno”

Summary
Article Name
Slow Sex – Sesso lento - Cos’è e perché farlo
Description
Chi va piano va sano e va lontano. Questo proverbio è applicabile anche alla vita intima. I sessuologi concordano sul fatto che il sesso lento scopre nuovi limiti di sensibilità e aiuta i partners a raggiungere un livello più alto di godimento.
Author
Eccellente Donna
Slow Sex – Sesso lento - Cos’è e perché farlo

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!