Esiste una credenza secondo cui Dio prima o poi appare nella vita di ciascuno di noi.

Può presentarsi in qualsiasi veste: trasformandosi in un gatto vagabondo, in una persona anziana, in un mendicante… e il nostro destino si evolverà a seconda di come ci comporteremo nel momento di questo incontro. Ed ecco il racconto…

C’era una volta un ragazzo. Desiderava tre cose nella vita: trovare un lavoro ben retribuito, sposare una bella ragazza, e farsi conoscere da tutto il mondo.

Nella vita gli sono accadute tante cose, ci soffermeremo su tre episodi:

In una fredda mattina d’inverno il ragazzo correva al colloquio in una nota azienda. Andava di fretta, mancavano 5 minuti all’inizio del colloquio e bisognava attraversare un altro quartiere. Improvvisamente, un uomo anziano scivolò e cadde proprio davanti a lui. Il ragazzo guardò l’uomo, decise che era ubriaco e senza dargli una mano corse avanti. Riuscì ad arrivare in tempo al colloquio per il lavoro dei sogni. Però, purtroppo non fu assunto.

In una calda serata d’estate il ragazzo stava passeggiando per la città. Vide artisti di strada e si fermò per godersi lo spettacolo. Non c’erano molti spettatori, ma lo show era bello e divertente. Dopo lo spettacolo, si sentì l’applauso e la gente iniziò a disperdersi. Anche il ragazzo si voltò per andarsene, ma all’improvviso qualcuno gli toccò timidamente la spalla. Era la vecchietta clown, protagonista della recita. Cominciò a chiedere se gli era piaciuto lo spettacolo, se erano stati bravi gli attori. Ma il ragazzo non volle parlare, e, voltandosi disgustato, andò via.

In una piovosa sera d’autunno il ragazzo tornava a casa dal compleanno di un amico. Aveva avuto una dura giornata e non vedeva l’ora di farsi una doccia e mettersi nel suo caldo e soffice letto. All’improvviso sentì qualcuno singhiozzare. Vide una donna che piangeva seduta sulla panchina vicino casa sua. Era sola, senza ombrello, e solo il cappuccio di una leggera giacca la proteggeva un po’ dalla gelida pioggia. Notò il ragazzo e chiese aiuto: aveva bisogno di parlare con qualcuno. Il ragazzo la guardò, davanti agli occhi apparve un bagno caldo, mormorò che andava di fretta e subito entrò nel palazzo.

Il ragazzo visse una vita infelice.

Quando morì e arrivò in cielo, incontrò il suo angelo custode e gli disse:

— Sai, ho vissuto una vita inutile e molto infelice. Desideravo soltanto tre cose nella vita, ma non se ne è realizzata neanche una. Che peccato…

— Hmm… Amico mio, ho fatto di tutto per realizzare i tuoi sogni: per far sì che si realizzassero, avresti solo dovuto dare una mano, aprire gli occhi e scaldare il cuore.

— Di cosa stai parlando?

— Ora ti spiego… — disse angelo.

Ricordi l’uomo che in una fredda mattina d’inverno scivolò e cadde per strada davanti a te?

Quell’uomo era il direttore generale dell’azienda per cui volevi così tanto lavorare. Avresti potuto fare una vertiginosa carriera. Tutto ciò che dovevi fare era dare una mano.

Ricordi la vecchietta clown che dopo lo spettacolo in strada si avvicinò con delle domande?

Era una giovane bellissima attrice, che si innamorò di te a prima vista. Avresti potuto essere felice, avere dei figli, provare gioia e amore. Tutto ciò che dovevi fare era aprire gli occhi.

Ricordi la donna che una sera piovosa piangeva seduta sulla panchina vicino alla tua casa?

Era una famosa scrittrice. Stava vivendo una crisi familiare e aveva davvero bisogno di sostegno morale. Se l’avessi accolta a casa tua, l’avessi ascoltata, l’avessi sostenuta, avrebbe scritto un libro in cui avrebbe raccontato della propria vita. Il libro sarebbe diventato famoso in tutto il mondo e anche tu, perché sulla pagina principale la scrittrice avrebbe indicato il nome di colui che l’aveva ispirata a scrivere quel capolavoro. Tutto ciò che dovevi fare era scaldare il cuore. Eri poco attento, amico mio.

L’uomo sospirò e camminò lungo il sentiero lunare nell’infinità stellata…

Morale: ascolta la vita, ti offre occasioni. E, ricorda, l’importante è non solo saper chiedere aiuto, ma anche saperlo accettare con gratitudine…

Traduzione: Tatiana Rozhko

VOGLIO REALIZZARE I MIEI SOGNI! >>

Summary
Un apologo sulle occasioni che spesso ci facciamo sfuggire
Article Name
Un apologo sulle occasioni che spesso ci facciamo sfuggire
Description
C’era una volta un ragazzo. Desiderava tre cose nella vita: trovare un lavoro ben retribuito, sposare una bella ragazza, e farsi conoscere da tutto il mondo.
Author
Eccellente Donna
Un apologo sulle occasioni che spesso ci facciamo sfuggire

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!