La mentalità da poveri non riguarda lo stato del tuo portafoglio o del tuo conto bancario. È uno dei criteri più importanti che ci impedisce di attirare grandi somme di denaro nelle nostre vite.

Si tratta delle credenze e abitudini difficili da cambiare, perché si sono radicate dentro di noi nel corso di anni, portandoci a fare un lavoro che non piace, a uno stipendio inadeguato, a una vita spenta e stretta.

Se però riesci a cambiare la tua mentalità, di conseguenza cambieranno anche i tuoi pensieri e le tue azioni. Riuscirai finalmente a sentire la voce dell’anima, seguire le tue passioni e a diventare la persona che meriti di essere. Te lo auguro davvero!

Diamo uno sguardo ai 7 PRINCIPALI ERRORI CHE PORTANO ALLA POVERTÀ.

Annota i punti attuali per te:

1. Rimanere a contatto prolungato con le “vittime” (le persone che si lamentano costantemente)

2. Non lavorare con le proprie convinzioni e atteggiamenti limitanti.

3. Spendere soldi prima di contarli.

4. Criticare i ricchi.

5. Non stabilire gli obiettivi finanziari.

6. Rimanere ansioso per via dei soldi.

7. Non avere un mentore e non cercarne uno da chi imparare.

C’è sempre una scelta.

7 ERRORI che portano alla POVERTÀ

Sei destinato a diventare da povero a ricco?

Oggi si parla sempre meno della fascia benestante, la classe media sembra in via di estinzione.

E se ci sono sempre meno probabilità di essere classe media in futuro, diventerai quindi… o povero o ricco. 😉

Da che parte vuoi ritrovarti?

Quale futuro ti stai costruendo attraverso la tua mentalità e le tue azioni?

La maggior parte dei “pensieri da poveri” ci sono stati tramandati dalla famiglia, dal contesto in cui abbiamo vissuto, dalle persone che abbiamo frequentato.

Se vuoi guadagnare di più, frequenta persone che guadagnano di più.

Devi allineare la tua mentalità con la mentalità delle persone di successo.

Ti posso aiutare! Pronto per ottenere di più?

Life coach Svetlana Rechkova


Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!

Loading