Voglio subito precisare cosa intendo con la parola "business".

Business è un'attività propria che permette a una donna guadagnare soldi. Pochi o tanti, dipende dalla donna stessa. Probabilmente, per un periodo, non guadagna un bel niente tranne la soddisfazione. Non è un lavoro fisso in ufficio con orario prestabilito. È quello che la donna fa, con anima e cuore. È la sua occupazione preferita.

Se una donna fa qualcosa per conto proprio, ha la possibilità di gestire gli impegni, il tempo, l'andamento del lavoro. È più flessibile e più comodo. Può lavorare da casa mentre i bambini dormono. A volte può non lavorare se non se la sente. Può "andare via un po' prima" o "tornare un po' più tardi" e riposare di più. E così via. Per molte donne l'attività propria può essere la realizzazione personale.

Formula di successo M100M

Ricorda, che noi donne, abbiamo tre livelli di predestinazione in questo mondo:

realizzarsi come donna (tramite l'uomo), l'attività nel mondo esterno (il lavoro, la carriera) e conoscere la propria anima.

Se te la cavi con il primo e ti piacerebbe cambiare il mondo con le tue realizzazioni, perché no?

Nella conoscenza Vedica sono descritti quattro tipi di persone: Insegnanti, Dirigenti, Commercianti e Artigiani.

Una donna può appartenere a uno di questi tipi, e, quindi, non potrà "non fare" ciò che è nella sua natura.

Anche se ci sono donne per le quali tutto questo è poco interessante ed estraneo. Però, adesso, il discorso riguarda le donne che vogliono agire.

Se la donna è un'artigiana, può tranquillamente godere a casa le proprie realizzazioni. Può regalarle agli amici, decorare la casa. Probabilmente, nemmeno avrà voglia di avviare un'attività commerciale.

Anche per una donna insegnante, spesso, bastano casa, figli, parenti e amici, per istruire e aiutare a crescere. Molte donne non hanno bisogno di un grande pubblico o di cambiamenti globali di portata mondiale.

E se la donna è una dirigente? Se non trova chi dirigere, "dirigerà" i familiari.

In questo caso ci sarà bisogno di un grande asilo nido, cosa a cui non tutti sono pronti. Oppure un impiego dove potrà gestire gli altri e prendersi cura di loro. Quindi, realizzare questa sua parte fuori casa.

E se la donna è una commerciante? Le piace vendere, ama ideare, realizzare le idee, guadagnare, gestire i flussi di denaro. Allora, in questo caso è bene pensare di intraprendere un'attività. Tenendo conto delle priorità, per non perdere se stessa e la propria famiglia.

Cosa devi tenere a mente se decidi di avviare un'attività?

Ricorda che prima di tutto sei una donna.

Né venditrice, né una donna d'affari, né una professionista. Sei una donna.

Molte donne per concludere un affare e ricavare il profitto si mettono una maschera. Tolgono il loro vestitino preferito, rosa con fiorellini, e indossano un tailleur grigio e scialbo. Il trucco sobrio, scarpe non molto comode, ma di stile. Valigetta, occhiali, carte e corrono al lavoro.

Ma perché non rimanere se stessa? Perché non mantenere il proprio stile? Cerca di essere te stessa, anche quando si parla di cose serie con persone serie.

Dopo tutto intorno a te ci sono sempre persone. E saranno più contenti di aver a che fare con una donna e non con un'altra "maschera".

Una mia amica concludeva gli affari presentandosi a incontri di trattativa con le focaccine fatte in casa. Molti rinnovavano i contratti, detto da loro, solo per le focaccine!

Importante è voler fare ciò che piace.

Se la tua attività è ciò che fai volentieri, ti porta soddisfazione, sicuramente, ti darà forza.

E, facendo questo tuo lavoro che ami, potrai riposare e risparmiare energia. E, quindi, ti dedicherai di più alla tua famiglia.

Se vendi qualcosa che comprano bene, ma non ti coinvolge, allora l'energia ti scorrerà tra le dita.

La casa deve essere il luogo principale dove mettere la forza.

Nel perseguimento del denaro o per una passione è molto facile perdere l'essenziale.

Perché occupandosi di ciò che piace la donna riposa. Si sente a suo agio. Ha più libertà e creatività.

E, quindi, è importante trovare un equilibrio. Perché lo squilibrio porterà ai capricci dei bambini, allo sdegno del marito e al lavello di piatti sporchi.

Scopri a quale tipo di donna appartieni tu.

Che tipo sei? Artigiano? Commerciante? Dirigente? Insegnante?
Fai ciò che sai fare meglio.
Quando un insegnante cerca di gestire il risultato è pessimo.
Quando un artigiano tenta di vendere, trova delusione.
Pertanto, meglio fare ciò che sai fare bene tu.
Se fai il mestiere dell'artigiano, trova qualcuno che ama e sappia vendere. In questo modo si raggiunge molto di più di quello che ci si aspetta.

Continua>> Business al femminile (parte 2)

Per consulenti, psicologi, formatori, insegnanti, personal trainer, freelancer (CLICCA!)

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!