Parliamo di respirazione consapevole.

Hai mai pensato, come spesso siamo alla ricerca di soluzioni sofisticate e modi complessi per risolvere un problema? E non prendiamo in considerazione strumenti semplici, l’utilizzo consapevole dei quali può portare risultati straordinari?!

Nelle cose semplici, che fanno parte della vita di tutti giorni, è racchiusa una grande forza, basta solo rivolgere la nostra attenzione. Perciò, quando io utilizzo una tecnica, ho bisogno di andare a fondo dei meccanismi che avviano questa tecnica, in questo modo la mia mente darà “luce verde” e non cercherà varie scuse, perché devo fare o non devo fare un determinato esercizio.

Così, per esempio, quando io respiro consapevolmente, scrivo le pagine mattutine o cammino senza meta e ne capisco bene il senso, cioè, capisco perché lo faccio, io ho molta più motivazione interna a farlo, e, di conseguenza, il risultato è diverso. Non devi forzare te stessa, costringerti a fare qualcosa di utile. È un meccanismo naturale.

Dove è rivolta l’attenzione, lì si indirizza l’energia, dove è indirizzata l’energia arriva il sangue, cioè la materia.
Se ho intenzione di aumentare i ? bicipiti accompagnando questo processo con pensieri che: “…Marco non mi ha chiamato…”, i miei bicipiti si svilupperanno poco, ahimè. Perché il cervello emette un impulso debole nella parte allenata del corpo, a causa della scarsa concentrazione su di essa.

Io suggerisco di prendere in considerazione la pratica della respirazione consapevole, dato che porta un enorme beneficio.

La respirazione consapevole è in grado di “fare miracoli”.

La respirazione consapevole carica il corpo di energia pura, avvia i processi metabolici, calma la mente, aumenta il livello generale delle vibrazioni. Contemporaneamente a tutto ciò si allena il diaframma, favorendo la decompressione delle cose passate.

Come ho già detto, il diaframma svolge un ruolo molto importante, perché assorbe tutta la nostra esperienza traumatica. Successivamente, ciò incide sulla qualità del nostro respiro. Diventa intermittente o pesante. Alcune persone, durante la normale respirazione, hanno la fase di inspirazione molto debole, nono4stante la fase di espirazione sia regolare, spesso, è segno di paure represse. Altre, invece, hanno paura di espirare, cioè, di manifestare la propria rabbia. Osserva la tua respirazione, respiri in modo uniforme in situazioni diverse?!

Qualcuno valutando da estraneo sottolinea, che quando una persona comincia a prendersi cura di sé, praticare una tecnica, non sempre cambia in meglio per gli altri. Ad esempio, possono manifestarsi la rabbia, la cattiveria, i rancori soffocati in precedenza. È del tutto naturale, perché il corpo comincia a lasciar andare, a liberarsi dalle cose inutili chiuse da anni.

Esercizio mindfulness

Prova a praticare la respirazione consapevole (esercizio mindfulness):

Respira ed espira lentamente. Conta fino a 6. Inspira attraverso il naso e butta fuori l’aria attraverso la bocca. Questo esercizio si può fare in piedi o da seduti. Importante è rimanere fermo e concentrato sul tuo respiro. Eseguire 10 atti respiratori.

Se senti esternarsi i rancori, la rabbia, la tristezza, respira con la bocca. Unisci la coscienza del corpo e le conoscenze che hai per il lavoro con le emozioni, con i sentimenti, quali: la pronuncia dei tuoi sentimenti, le lacrime, la scrittura, eccetera, ci sono tante tecniche, alcune anche su questo sito. Se senti che la fase di inspirazione in situazioni spiacevoli diventa piuttosto breve e intermittente, cerca di aumentare consapevolmente la sua durata. Lo stesso vale per l’espirazione. A poco a poco noterai che, gradualmente, la respirazione diventa più lenta, più profonda, più uniforme; lo stringimento nel tuo corpo si dissolve, arriva la leggerezza. Rimani nel corpo con la tua presenza, senza fuggire in chiacchiere inutili nella testa. In questo modo, potrai aiutarti sostanzialmente in un momento di crisi.

Formula di successo M100M

Nei commenti scrivi, per favore, cosa fai per superare la tensione emotiva? E come reagisci quando la mente sta sabotando la tua crescita personale? Riesci a respirare consapevolmente?

Summary
La forza del respiro nel gestire le emozioni. Esercizio mindfulness
Article Name
La forza del respiro nel gestire le emozioni. Esercizio mindfulness
Description
La respirazione consapevole carica il corpo di energia pura, avvia i processi metabolici, calma la mente, aumenta il livello generale delle vibrazioni. Contemporaneamente a tutto ciò si allena il diaframma, favorendo la decompressione delle cose passate.
Author
Eccellente Donna
La forza del respiro nel gestire le emozioni. Esercizio mindfulness

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!