Dunque, per sposarsi e avere un matrimonio felice, la donna deve decidere se VERAMENTE VUOLE sposarsi.

Quindi, non devi pensare di "sposarti", ma, semplicemente devi VIVERE DA DONNA.

Che cosa vuol dire? Vuol dire essere femminile: comportarsi da donna, vestirsi da donna, parlare come una donna.

Nel mondo moderno, purtroppo, le bambine già dalla nascita devono confrontarsi con una realtà in cui perdono la loro naturale femminilità.

Faccio un esempio: osservo spesso che le donne in coppia indossano gonne o abiti, e le ragazze single vestono pantaloni o jeans.

Pensi che sia una casualità? No. La gonna aiuta ad accumulare, a raccogliere l'energia femminile, l'energia della terra che attira gli uomini, e, invece, pantalone, no.

L'uomo non reagisce sulle donne in pantaloni. Lui stesso porta i pantaloni e, quindi, i pantaloni indossano chi... ?

Se metti jeans stretti e attillati con il sedere fuori, allora, sì, reagiranno gli uomini con le determinate intenzioni. Stai cercando quelli?

Dopo che sei diventata una donna nel vero senso della parola, VIVI COME DONNA.

Dovrai solo scegliere il migliore per te, poiché a quel punto avrai già una fila di corteggiatori!

E dovranno aspettare delle settimane, per avere un appuntamento con te. Di questo parleremmo nel prossimo articolo.

E così, quando scegli uno o due più "adatti", inizi a conoscerli meglio, scoprire le origini della famiglia, eccetera.

Solo così, meticolosamente e gradualmente, SENZA FRETTA!! potrai scegliere un fidanzato degno di te.

Forse, incontrerai l'uomo della tua vita, e al secondo appuntamento ti chiederà di sposarlo. E, tu, gli risponderai tranquillamente: "Ci penserò".

Nei tempi antichi erano i genitori o pronubi che chiedevano le donne in sposa, perché, in realtà, "si sposava" tutta la famiglia, l'intero genere. Quindi, sceglievano gli sposi in base a determinati criteri: se erano in buona salute, benestanti, laboriosi, di origine nobile, e così via.

L'illusione delle donne sulla vita dopo il matrimonio

La donna pensa che dopo il matrimonio diventerà subito felice. Automaticamente.

Ahimè, NO.

Essere sposata significa gestire la casa, dedicare tempo a marito, costruire rapporti con i parenti del marito, far conoscere la propria famiglia, rappacificare quando serve, poi, nasceranno i figli e la vita diventerà ancora più intensa.

Quindi, la donna deve essere preparata per impegni "extra".

Se, invece, la donna si sposa per disperazione, per questione economica, perché ormai è arrivato il momento, perché vuole scappare dalla casa della mamma o per qualsiasi altro motivo, tranne amore reciproco, allora, deve essere preparata ai problemi in famiglia. Ciò, che, in pratica, poi accade.

Quindi, senza una vera motivazione la donna, spesso, non trova il compagno ideale.

Compito 1

Scrivi su un foglio di carta: "Le cose che ho fatto per trovare l'uomo giusto, sperando che mi rendesse felice".

Per esempio: telefonavo e invitavo a un appuntamento, facevo i regali, scrivevo gli sms, seguivo la dieta, accettavo di uscire con uomini sposati, eccetera.

Cerca di ricordare qualche situazione particolare con un uomo concerto e descrivila.

Forse sarà frustrante e doloroso o, addirittura, imbarazzante, ma scrivi lo stesso. Scrivi con le lacrime, con il dolore, con la rabbia.

Più dettagliatamente descriverai, più velocemente riuscirai a liberarti da questo peso.

Compito 2

Scrivi su un foglio di carta: "Le cose che NON ho mai fatto per conoscere un uomo, perché pensavo che se fosse stato l'uomo giusto, sarebbe riuscito comunque rendermi felice".

Compito 3

Scrivi su un foglio di carta: "COME cambierà il mio atteggiamento, come cambierò la mia vita sapendo che la mia felicità non dipende da un uomo, (da mia mamma, da mio papà, da Dio, da... inserisci le tue opzioni)?"

Le Regole della vita per una Donna Vincente

Eccellente Donna

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!