È possibile rimanere bambini a qualsiasi età, indipendentemente da quanti anni abbiamo realmente.

Prima che arrivi la crescita psicologica vera e propria, ogni persona attraversa 3 fase evolutive:

  • INFANZIA
  • ADOLESCENZA
  • GIOVINEZZA

Il problema è che il passaggio ad ogni successiva fase evolutiva non avviene automaticamente a una certa età. Se non si fa alcun sforzo, si può rimanere per sempre bloccati su una delle suddette fasi di sviluppo.

Vediamo, in sintesi, quale pericolo può nascondere ciascuna di queste fasi se decidi di "non crescere" veramente.

1. Il bambino nella prima fase di sviluppo vive secondo il principio "io voglio".

È gestito dalle emozioni e dalla spontaneità. Si lancia da un estremo all'altro. L'intelletto non è ancora sviluppato, è completamente dipendente dagli adulti. Le persone che "rimangono bloccate" nella fase dell'infanzia, non hanno una minima possibilità di raggiungere i propri obiettivi. I loro desideri e le loro azioni saranno sempre guidati da qualcuno che è riuscito a "crescere" in tempo. Avranno sempre bisogno di protezione e fino alla fine della loro vita dipenderanno da qualcuno. Non sono assolutamente capaci di compiere azioni autonome per il raggiungimento degli obiettivi.

La prospettiva è inquietante, vero? Per fortuna, le persone che rimangono bloccate nella fase infantile non sono così tante, ma, se ti è capitato di incontrarne una, credo che tu riesca a capire, quanto è difficile la vita per loro.

2. La fase evolutiva successiva è l'adolescenza.

Proprio in questa fase si blocca la maggior parte delle persone. Di sicuro, c'è qualcuno tra i tuoi conoscenti.

Per un adolescente, al livello psicologico, la cosa più importante è l'opinione altrui, le norme sociali e gli stereotipi. Gli adolescenti, a differenza degli infanti, sono già in grado di agire e raggiungere un certo tipo di successo - anche se spesso molto discutibile - ma, in ogni caso, si affidano sempre al parere degli altri, e necessitano delle regole stabilite da qualcuno. Un adolescente ha bisogno di stima e riconoscimento, di avere un prototipo: spesso non hanno la propria opinione, ma semplicemente trasmettono gli stereotipi imposti a loro da estranei.

Un adolescente, a livello psicologico, è facile da manipolare.

Il problema principale di un adolescente è la paura, e, di logica, l'obiettivo principale delle sue azioni diventa ottenere la bramata sicurezza: vuole essere "non peggio degli altri" oppure diventare "il migliore".

3. La fase successiva è più matura: giovinezza.

È il periodo di rapido sviluppo dell'intelletto e di formazione dei valori personali. Per un giovanotto è più importante difendere le proprie convinzioni, invece di seguire le regole degli altri. Questo è il momento in cui è molto importante far valere il proprio punto di vista, anche al costo di perdere un sacco di tempo in infinite discussioni intellettuali.

Nell'ultima fase, l'individuo, finalmente cresce.

Diventa sicuro di sé, capace di costruire relazioni costruttive, raggiungere i propri obiettivi. A questo punto vede il mondo in modo adeguato, sa come agire in determinate situazioni, anche le più avverse.

Una persona adulta sa come comportarsi in situazioni stressanti ed è in grado di gestire le proprie emozioni.

Una volta passati alla fase evolutiva successiva, mai si torna a quella precedente. Diventati adolescenti, non è più possibile ritornare ad essere fanciulli o infanti. A volte si può "cadere", in una delle fasi di sviluppo precedenti, in situazioni di particolare stress, ma ci si può riprendere piuttosto velocemente.

Cosa fare

Ti propongo un compito DA FARE, per il prossimo mese, che mira a trasformare il PENSIERO: "Cosa penseranno di me gli altri".

Fai azioni non abituali rispetto alle tue abitudine:

  • se sei abituato a parlare con tono molto acuto, prova a parlare, con un tono mite. Se, invece, sei timido nella comunicazione, prova a parlare con presunzione. Nella prima fase è meglio "allenarsi" con le persone sconosciute.
  • se ti vesti in stile business, osa uno stile casual. E se porti sempre jeans e t-shirt, metti qualcosa di più sobrio o elegante.

Azioni inconsuete compiute consapevolmente alleviano la paura del giudizio degli altri in modo eccellente. Quante più cose originali ti vengono in mente, meglio è.

Se fai questo "esercizio" regolarmente, abbastanza presto smetterai di subire distruggenti preoccupazioni su ciò che pensano di te gli altri.

Un altro compito nel percorso di crescita è imparare a smaltire in fretta le emozioni, in modo che questo processo impieghi qualche secondo, e successivamente, qualche frazione di secondo.

Una persona adulta riesce a ritornare immediatamente in stato emotivo stabile e ad agire ragionevolmente secondo le circostanze.

Stiamo esaminando la tecnica completa per poter rinunciare rapidamente alle abitudini infantili e adolescenziali nel corso "Come aumentare l'autostima e difendersi dalla manipolazione".

Segui il corso fino alla fine, e otterrai un potente strumento per raggiungere i tuoi obiettivi e, sicuramente, troverai la possibilità di vivere la vita che hai sempre sognato.

Ti auguro di ottenere grandi progressi nella prosecuzione del tuo affascinante percorso di crescita!

Formula di successo M100M

Eccellente Donna

 

Summary
Qual è la tua età psicologica?
Article Name
Qual è la tua età psicologica?
Description
È possibile rimanere bambini a qualsiasi età, indipendentemente da quanti anni abbiamo realmente. Il problema è che il passaggio ad ogni successiva fase evolutiva non avviene automaticamente a una certa età. Se non si fa alcun sforzo, si può rimanere per sempre bloccati su una delle suddette fasi di sviluppo.
Author
Eccellente Donna
Qual è la tua età psicologica?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!