I motivi per cui si viene lasciati possono essere tanti. L’uomo può lasciare per un’altra donna, la donna, scegliere un altro uomo.

Cose da non fare quando il partner se ne va

Ma, a volte, la persona amata non lascia per un altro o un’altra, ma semplicemente scappa dal partner.

Le stesse regole valgono per la situazione in cui formalmente l’uomo (la donna) non lascia, ma si allontana e non si fa più sentire.

Meccanismi con cui le persone si scelgono e si lasciano >>

“Voglio che torni da me! È l’amore della mia vita!”

Io non capisco come si possa desiderare di far tornare un uomo che non tiene assolutamente conto degli interessi della donna o che chiede di presentare un’amica e poco dopo fa sesso con lei nella stanza accanto… 😉

Oppure, che senso ha far tornare una donna che ogni due giorni fa sceneggiate, raccoglie le valigie e va via?

È proprio a causa della dipendenza affettiva che le persone fanno le cose dalla lista qui sotto che non devono essere fatte.

Dunque, cosa non fare quando il partner ti lascia

1. Rimuginare sulla situazione

La maggior parte delle persone abbandonate dal partner si immerge completamente nelle riflessioni e nelle esperienze relative alla situazione.

Ogni minuto libero torna a riflettere sulla situazione. E più a lungo pensa, più si immerge nella situazione e si richiude in se stessa. Più tempo passa e peggio si sente.

È particolarmente difficile addormentarsi la sera: i pensieri ricorrenti si insinuano continuamente nella testa.

Col tempo, la persona si focalizza sempre più su questi pensieri e si allontana sempre di più dalla realtà.

E in questo stato d’animo non vi è alcuna possibilità di far tornare il partner.

2. Cercare di chiarire continuamente la situazione e chiedere spiegazioni

Alla persona lasciata piace ricordare come è iniziata la relazione. Raccontare quali sacrifici ha fatto per il partner. Chiedere continuamente: “Davvero non stavi bene con me?”, “Sono davvero così cattivo/cattiva?”.

Il partner si infastidisce o si sente costretto a mantenere queste conversazioni, spiegando ripetutamente cosa non gli piaceva e perché se n’era andato.

Tutto questo si trasforma in una sorta di gioco, quando uno incolpa mentre l’altro lo riconosce, come se dimostrasse di aver capito tutto e pronto a cambiare.

Questo non aiuta a far tornare il partner, ma porta a una ulteriore sofferenza.

10 cose da non fare (che facciamo tutti!) quando il partner se ne va

3. Implorare di tornare insieme

Più supplichiamo il partner di tornare, più lo rispingiamo.

Siamo fatti così, se qualcuno inizia a tirarci in una direzione, tendiamo a chinarci in direzione opposta. E al contrario, se ci rispingono un po’, iniziamo ad avvicinarci.

È ovvio, che l’abbandono del partner, specialmente se si tratta di marito o moglie, è una situazione estremamente traumatica. In effetti, dobbiamo ricostruire tutta la nostra vita.

Ma la cosa peggiore che una persona può fare in questa situazione è iniziare a implorare di tornare insieme.

Con questo respinge ancora di più il partner.

4. Cercare di impietosire il partner

“Mi sento così male…”, “Non posso vivere senza di te…”.

All’inizio, questo può dare un certo effetto, perché provoca nel partner il senso di colpa. E sotto l’influenza di questo sentimento, può mostrare pietà e compassione.

Ma, questo non dura a lungo.

Col tempo, il senso di colpa si trasforma in rabbia e l’intenzione di impietosire nel migliore dei casi non dà alcun effetto, e nel peggiore dei casi provoca aggressione e il desiderio di evitare i contatti.

5. Mostrare aggressività

Di solito sotto forma di accuse, isterie, insulti, alcuni cercano di usare la violenza fisica.

Tale comportamento convince il partner ancora di più di aver preso la decisione giusta.

6. Usare i figli per manipolare il partner

Prevalentemente le donne cercano di limitare la comunicazione dei figli con il padre e manipolarlo: “Beppe ha pianto tutta la notte, chiedendo dov’è papà, non ci ama più?”, eccetera.

ads VITA DESIDERATA

Spesso la donna cerca di controllare la comunicazione dei figli con il padre e impedisce categoricamente di relazionarsi con una nuova compagna.

Gli uomini di solito sono più aggressivi. Spesso ricorrono alle minacce di andare per via legale e portare via i figli.

In ogni caso, si può usare i figli per manipolare il partner e vendicarsi, perché ha lasciato e per gli anni “persi”, ma farlo tornare è impossibile.

7. Incolparsi e criticarsi

Prima di essere lasciati, tutte le colpe si danno al partner, invece dopo tutto cambia completamente.

La persona lasciata all’improvviso “capisce” i propri errori.

Se prima LUI/LEI era colpevole al 100%, ora la persona comincia a maledire se stessa. Inizia attivamente a chiedere scusa al partner.

Il partner inizialmente contraddice, dicendo che la colpa è di entrambi. Ma poi comincia ad essere d’accordo che la colpa è dell’altro.

Non c’è assolutamente alcun senso in questo. Peggiora solo la situazione.

La persona dice quanto sia cattiva e allo stesso tempo aspetta di tornare insieme con la promessa di cambiare. Non ha senso.

8. Cadere in depressione

Avere la “faccia da funerale” è molto caratteristica per chi viene lasciato dal partner.

Ma bisogna ricordare che nessuno vuole vivere in un cimitero.

Se avessi appena conosciuto una persona con una “faccia da funerale”, continueresti a frequentarla? 😉

Allora, perché cadere in depressione?

9. Fare domanda sulla nuova compagna/compagno

È una cosa piuttosto comune. Non si sa perché, ma molti vogliono parlare del/della rivale. Prima viene criticato/a, e poi giudicato/a.

In alcuni casi, la situazione arriva alla follia, quando il partner inizia a chiedere consigli su come comportarsi con la nuova fiamma. 😉

Tali conversazioni spesso trasformano un rapporto uomo-donna in un rapporto amico-consigliere.

10. Coinvolgere attivamente famiglia o amici

Molto spesso vengono coinvolti i genitori del partner, specialmente se si ha un buon rapporto con loro.

La persona lasciata cerca di reclutare i genitori per convincere il partner di tornare insieme.

E in effetti, i genitori spesso vengono coinvolti in questo processo. Ma di solito, il risultato è diametralmente opposto.

L’intervento dei genitori allontana ulteriormente il partner.

Lo stesso vale per amici e amiche. Non appena iniziano a lodare l’ex, il partner sente subito la necessità di allontanarsi ancora di più.

Ti posso aiutare >>

1. Scoprirai i motivi per cui gli uomini se ne vanno.

2. Scoprirai il VERO motivo per cui LUI se ne andò. (Ti avverto subito, questo può essere molto diverso da ciò che pensi tu.)

3. Cosa vogliono VERAMENTE gli uomini e come usarlo al tuo favore.

4. Scopriamo i punti segreti della sua psicologia maschile di cui non avete mai parlato.

5. Decidiamo cosa fare se ne ha già un’altra donna.

6. Imparerai come influenzare i suoi punti emotivi.

7. Farlo tornare non è così difficile come pensi, lo farai.

8. Imparerai come comportarti in modo che lui non vorrà più andarsene.

Ti auguro il meglio!

Life coach Dott.ssa Svetlana Rechkova


Transurfing e Corpo ads

Lavoro con il corpo abbinato alle migliori pratiche di Transurfing.
2 LEZIONI GRATUITE 20 E 22 GIUGNO ALLE 18.30
Se vuoi vivere una vita felice e completa devi imparare a mantenere l’armonia tra 3 componenti essenziali: IL CORPO, L’ANIMA e LA MENTE.
PRENOTA e imparerai un sapiente utilizzo dell’energia nella direzione a te più favorevole.
Il principio alla base del Transurfing è che l’uomo con i suoi pensieri forma la sua realtà.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!

Loading