Molti pensano che la persona infettata si ammala e basta, non ci si può fare niente, non c'è consiglio che valga.

Eppure, nel Transurfing rimaniamo gli Artefici Della Nostra Realtà anche durante un'epidemia. Cioè, possiamo infettarci solo se permettiamo di farlo.

Come scrive Vadim Zeland nel suo libro "Reality Transurfing. Vol. I":

la causa della malattia è la tua accettazione inconscia di partecipare al gioco chiamato “Epidemia”.

Come avviene? Tutto inizia dalle voci che l'epidemia avanza. Si diffondono sempre più notizie preoccupanti. Anche se non guardi la TV queste notizie ti raggiungono comunque.

E, a questo punto, disegni già un'immagine nella tua mente: sei a letto, hai la febbre, tossisci e soffri di raffreddore. Ecco, non appena hai creato nella tua mente una tale dispositiva del fine negativa, ben dettagliata: sei nel gioco. Perché stai già trasmettendo l'energia dei pensieri sulla frequenza del pendolo distruttivo.

E dopo, involontariamente inizi ad aumentare importanza e creare potenziali superiori.

Hai paura di essere infetto, ti preoccupi troppo che i tuoi parenti e amici possono infettarsi... Ti preoccupi per il tuo benessere, per i tuoi soldi, per i tuoi progetti… Sei fregato, non ci sei più, sei "addormentato" nelle tue paure e preoccupazioni.

Inoltre, cerchi inconsciamente ovunque la conferma dell'arrivo dell'epidemia. Fai la constatazione, esattamente come nella tecnica "Due diari".

E a una tale trasmissione energetica cominciano ad attrarsi sempre più conferme: le persone che starnutiscono, mal di testa, notizie di tante altre persone infettate.

Nessun mistero qui, semplicemente il mondo-specchio cerca di corrispondere alla tua visione.

Se adesso il mondo ti sembra pericoloso, pieno di persone malate che possono infettarti, allora diventerà proprio così per te.

Eppure, non tutti si ammalano durante un epidemia.

Ci sono "fortunati", che il virus non tocca. Qual è il loro segreto?

E se fosse proprio nella trasmissione corretta di energia e l'assenza delle paure?! 😎

Probabilmente, sono immerse così profondamente in ciò che amano fare che l'epidemia e tutti i suoi effetti negativi letteralmente passano accanto.

È pericolosa anche la situazione inversa, quando non hai paura manifestata di ammalarti, ma cerchi di convincerti: "No, io sicuramente non mi ammalerò!".

Se pensi a una malattia, allora “trasmetti” sulla frequenza della malattia. La direzione dei pensieri (ti ammali o non ti ammali) non ha importanza.

In altre parole, se stai cercando di convincerti che non ti ammalerai, vuol dire che accetti a priori questa possibilità, e quindi, non servirà a nulla convincersi.Vadim Zeland

Il passaggio indotto, cioè la tua transizione inconscia a un'altra linea di vita, meno favorevole, inizia dal momento dell'accettazione del pendolo. Se accetti il pendolo della malattia, allora esso ti induce sulla linea di vita in cui sei veramente malato.

☝ Se invece non ti importa davvero di quest'epidemia, allora la transizione non avverrà, il pendolo non ti toccherà.

Ad esempio, sei in vacanza, non ascolti le notizie, non discuti l'epidemia con nessuno. In questo caso, il pendolo dell'epidemia si affosserà.

L'epidemia continuerà e potrebbe diventare grave e pericolosa per tante persone, ma non toccherà te. Ovviamente, per questo bisogna avere un livello abbastanza alto di consapevolezza.

Aumenta la consapevolezza! Non "addormentarti" nelle preoccupazioni e nelle paure, non farti prendere dal panico e tutto nella tua vita accadrà come vuoi tu, nonostante tutti i cataclismi.

Ecco alcuni suggerimenti su come comportarsi durante un'epidemia secondo il Transurfing:

Eccellente Donna

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!