Il tempo vola e cambia velocemente. E insieme ad esso cambia la realtà circostante. Viviamo un periodo di transizione in cui i vecchi strumenti non funzionano più, e se funzionano, non così efficacemente come prima.

Forse, stai sperimentando lo stesso?!

Oggi, molte persone perdono il terreno sotto i piedi e non sanno dove dirigersi. I loro vecchi dogmi, le rappresentazioni di sé e del mondo perdono l'attualità di giorno in giorno.

Le tecniche di Tafti ti trasmetteranno una nuova comprensione di te e della tua vita. Se non conosci ancora questo nome, ti consiglio di leggere il libro di Vadim Zeland "Tafti la Sacerdotessa", già diventato best-seller.

Qual è la differenza sostanziale tra le tecniche di Tafti e il Reality Transurfing?

Nel Transurfing, scegliamo una nuova realtà dallo spazio delle varianti e impariamo a gestirla. Invece con l'aiuto delle tecniche di Tafti siamo in grado di crearla da zero, cioè possiamo modellare qualsiasi realtà desideriamo per noi stessi!

Che cosa significa MODELLARE LA REALTÀ?

Modellare significa predeterminare in quale direzione si muoverà il fotogramma e in quale pellicolaVadim Zeland, 'Tafti La Sacerdotessa'

Utilizzando le tecniche di Tafti possiamo modellare il fotogramma successivo sulla "pellicola" della nostra vita così come vogliamo.

Modellando la diapositiva del fine, ci spostiamo in un altro, un nuovo scenario che contribuirà alla realizzazione dei nostri obiettivi.

Il "segreto" principale sta nel fatto che si può modellare la realtà solo per il futuro.

Cioè, invece di cercare di plasmare la realtà corrente (perché, come dice Tafti, il presente come tale non esiste, in quanto troppo rapidamente si trasforma in passato) – ma, di guardare al futuro, modellando una nuova realtà nel fotogramma successivo.

Non possiamo cambiare ciò che è già accaduto o sta accadendo proprio ora. Ma, abbiamo il potere di influenzare in modo significativo gli eventi del futuro.

Devi solo spostare la tua attenzione dal fotogramma corrente a quello futuro. Così, imparerai a "girare i fotogrammi sulla pellicola".

Bisogna necessariamente modellare la realtà per il futuro, e non combattere con la realtà attualeVadim Zeland, 'Tafti la Sacerdotessa'

Lavoro con la TRECCIA DELL’INTENZIONE (plesso energetico)

La tecnica più potente che permette di modellare la realtà è il lavoro con il plesso dell'intenzione (Zeland lo chiama LA TRECCIA DELL'INTENZIONE).

Intorno a questo argomento non si spegne l'interesse, nascono centinaia di domande e le più fantastiche ipotesi sul cosa sia il "plesso dell'intenzione", come è fatto, da dove è spuntato e come lavorare con esso.

Ne parleremo nei prossimi articoli, segui aggiornamenti sul nostro sito!

Se invece vuoi praticare già adesso la tecnica più efficace esistente al momento per la realizzazione di tutti i tuoi obiettivi e per imparare a gestire la tua vita, partecipa alla Maratona  GRATUITA di Reality Transurfing >>

2 modi per percepire la TRECCIA

Il plesso dell'intenzione è un plesso energetico, simile a una semplice treccia. Non è visibile, ma siamo in grado di percepirlo come una parte virtuale del corpo... Non pende, bensì sporge inclinato verso la spina dorsale… È un punto tra le scapole, ma non proprio vicino alla schiena, un po' più distanteVadim Zeland, 'Tafti La Sacerdotessa'

Alcune persone hanno difficoltà a percepire questo plesso. Ci sono due modi che permetteranno di farlo più velocemente.

Variante 1treccia dell'intenzione

Piegati leggermente e poi, espirando, raddrizza bruscamente il torace, contemporaneamente piegando i gomiti. E ascolta le tue sensazioni all'altezza delle scapole. Questo è il punto della TRECCIA.

Variante 2

Fai un respiro e immagina di avere una freccia appesa verticalmente dietro la schiena dalla nuca alle scapole. Ora, espirando, immagina che questa freccia si inclina dalla schiena.

Sentirai - mentre espiri - come il plesso si solleva.

Se non senti nulla, allora, immagina queste sensazioni e col tempo (esercitandoti regolarmente) il tuo plesso si attiverà!

Comunque, in ogni persona il plesso si percepisce individualmente e le sensazioni possono variare.

Importante ricordare:

Le sensazioni si percepiscono dietro le scapole. Osserva e cattura queste sensazioni. Col tempo diventerà un'abitudine. In questo caso, non bisogna immaginarlo né visualizzarlo in alcun modo.

E' meglio spostare il focus dell'attenzione sulle proprie sensazioni.

Lo schema di lavoro con il PLESSO DELL’INTENZIONE

1. "Svegliati" e sposta la tua attenzione al centro della consapevolezza. Devi essere in grado di vedere contemporaneamente te stesso e la realtà circostante.

2. Percepisci il plesso e attivalo, in modo che si sollevi e si inclini dalla schiena.

3. Trattieni l'attenzione su plesso e visualizza la dispositiva desiderata del futuro, illuminandola mentalmente, modella la tua nuova realtà!

Eccellente Donna

 

allenamento per aumentare la tua energia vitale e ottenere ciò che vuoi

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!