Credi di avere più difetti che pregi e per questo ti senti inferiore? Ti sembra che anche gli altri pensino così? Ed ecco, tu, inconsciamente avvii il tuo cosiddetto "proiettore" …

Come? Inserisci la "diapositiva di inferiorità" e, quindi, vedi tutto distorto.

Nel Reality Transurfing, Vadim Zeland spiega che questa "diapositiva" è un'immagine distorta della realtà nella tua mente. Le diapositive negative, di solito generano l'unione dell'Anima e della Ragione, e, quindi, spesso si materializzano. Le nostre peggiori aspettative si avverano.

Però, con un allenamento mentale è possibile convertire le diapositive negative in quelle positive e sfruttarle per se stessi. Se tu riuscirai volutamente a costruire nella tua mente la diapositiva positiva, questa sarà in grado di trasformare in modo straordinario la tua immaginazione.

L'anima ha l'accesso diretto al campo di informazioni dove vengono memorizzati tutti "scenari e paesaggi" come dei fotogrammi nella pellicola.

Con l'espressione "diapositiva mirata" si intende creazione di un scenario dell'obiettivo raggiunto, cioè, della realtà pensata esattamente così come vorresti viverla. Ora il tuo compito è quello di rivolgere l'attenzione a ciò che vorresti avere.

Ecco alcuni suggerimenti utili:

1. "GIRA IL TUO FILM INTENZIONALMENTE"

Devi proiettare nella mente l'immagine finale che vorresti ottenere come risultato. Nello spazio delle varianti esiste una zona che disponga già questa immagine, non ancora realizzata. Quindi, bisogna prima raggiungere questa zona. La forza trainante è il "proiettore" nella tua mente. Quando inizi a visualizzare intenzionalmente nella tua mente la "diapositiva mirata" o, "girare il tuo film", la tua immaginazione raggiunge la zona di destinazione nello spazio delle varianti.

"Girare il tuo film" significa visualizzare sistematicamente la diapositiva mirata. A questo si riferisce anche la pronuncia mentalmente o a voce delle forme-pensiero (impostazioni mentali).

Tu sei il regista, sei il cameraman e l'attore del tuo film. L'unica condizione: la sceneggiatura non la scrivi tu. In che modo, come, con quali mezzi, le risposte a tutte queste domande scoprirai più tardi.

Non è possibile calcolare tutte le opzioni. Si manifesteranno in modo spontaneo, come le opportunità sulla strada verso l'obiettivo.

2. VISUALIZZAZIONE SISTEMATICA

Devi essere convinto a essere in grado di materializzare ciò che stai proiettando nella mente. Per poter materializzare le forme-pensiero bisogna riprodurle sistematicamente. Devi visualizzare nella mente la diapositiva mirata, cioè, l'immagine in cui l'obiettivo è stato già raggiunto. A differenza di inutili sogni che si verificano a caso, questo è un lavoro intenzionato. Fai il lavoro, otterrai il risultato. Non pensare a COME può essere realizzato. Quando vedrai che l'obiettivo si avvicina davvero, le paure e i dubbi spariranno.

Non guardare l'immagine come un spettatore guarda un film, ma vivila, almeno virtualmente. Fai finta che tutto accade realmente. Ogni volta immagina dei nuovi particolari. Non trasformare il lavoro con diapositiva in un gravoso dovere. Devi godere l'immagine in cui l'obiettivo desiderato è già raggiunto. E, naturalmente, non insistere troppo, se la visualizzazione non è molto chiara. Fai tutto come ti senti di fare, in modo naturale, come riesci. Se lo farai volentieri e sistematicamente, allora, riuscirai raggiungere l'obiettivo molto velocemente.

RIASSUMENDO

    1. La diapositiva è un'immagine distorta della realtà nella tua mente.
    2. Le diapositive negative, di solito generano l'unione dell'anima e della ragione, e, quindi, spesso si materializzano e diventano realtà.
    3. È possibile convertire le diapositive negative in quelle positive e sfruttarle per se stessi.
    4. La diapositiva mirata è un'immagine della realtà pensata esattamente così come vorresti viverla, come se l'obiettivo fosse già stato raggiunto.
    5. "Girare il tuo film" significa visualizzare sistematicamente la diapositiva mirata. Per poter materializzare la forma-pensiero bisogna visualizzarla sistematicamente.
    6. Fai il lavoro, otterrai il risultato. Non trasformare il lavoro con diapositiva in un gravoso dovere.

Importante: questo allenamento mentale bisogna fare volentieri e sistematicamente e a breve avrai il tuo obiettivo "in tasca".

Eccellente Donna

Partecipa alla Maratona GRATUITA di Reality Transurfing!

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!