Quali sono i tuoi obiettivi? Pagare i debiti? Estinguere un prestito? Trovare un lavoro ben retribuito? Aprire un’attività di successo?

Oppure, sbarazzarsi di chili di troppo/dipendenza economica/vizio del fumo?

O, anche, trovare l’amore/sposarsi/concepire un figlio?

O, forse, garantire ai figli una buona istruzione/aiutarli a raggiungere successo nella vita?

Allora, non c’è da meravigliarsi che non riesci a raggiungere i tuoi obiettivi o li raggiungi con tanti sforzi.

Anch’io per la maggior parte della mia vita formulavo obiettivi in questo modo, cercando di “arrivare alle stelle”, e, alla fine, non sono mai riuscita. 😉

Il segreto è semplice e sembra paradossale(!): se puoi facilmente rispondere alla domanda “Perché vuoi raggiungere quell’obiettivo?“, significa che l’obiettivo NON è formulato correttamente.

Molto probabilmente non è nemmeno un obiettivo, ma solo un mezzo per raggiungerne un altro, che rimane nell’ombra.

— Il tuo obiettivo è “Trovare un buon lavoro”?

— Perché vuoi trovare un buon lavoro?

— “Per guadagnare tanti soldi”

— A cosa ti servono tanti soldi?

— “Per pagare debiti”

— E poi?

— “Voglio diventare economicamente indipendente”

— Perché vuoi essere economicamente indipendente?

— “Per viaggiare molto”

— Perché vuoi viaggiare molto?

— “Bèh?! Perché è bello, perché mi piace viaggiare!”.

Ecco, siamo arrivati al tuo VERO obiettivo. Invece tutti i precedenti sono solo i mezzi. I veri obiettivi sono quelli per i quali la tua anima “canta”.

Stasera, prima di andare a dormire, scrivi una lista dei tuoi obiettivi e analizza ciascuno di essi usando lo schema di sopra. E vedrai, nei prossimi giorni qualcosa cambierà, le cose inizieranno a spostarsi nella direzione desiderata.

Nel 75% dei casi ostacoliamo il nostro percorso con la formulazione errata degli obiettivi, in poche parole, confondiamo Obiettivi e Mezzi.

Tra l’altro, oltre Obiettivi e Mezzi, esistono anche Attributi di obiettivi e “Obiettivi-peso”.

Sono delle componenti della nostra vita di cui parleremo nei prossimi giorni al training online GESTIONE DELLA REALTÀ IN TEMPI DI CRISI.

Diapositiva del fine

A cosa pensi?

No, non in questo momento. A cosa pensi quando rifletti sul tuo Obiettivo?

Prendiamo, ad esempio, una persona sommersa dai debiti. In tale situazione di solito pensa:

il 30% del tempo, ai pagamenti immediati e con quali soldi chiuderli;

il 25% del tempo, a come trovare ulteriori fonti di guadagno o se vendere casa o altra proprietà;

il 20% del tempo, pensa alla situazione peggiore, cosa succederà se non troverà soldi per pagare debiti (tutti cercano di pensarlo meno possibile, ma pochi ci riescono).

il 20% del tempo riflette sui modi per trattare con la banca.

il 15% del tempo, analizza le azioni proprie o altrui (o mancanza di azioni) che hanno portato a questa situazione disastrosa;

il 5% del tempo calcola le probabilità di fallimento, fuga o altre opzioni “estreme”;

Altri 5% immagina quel giorno quando pagherà l’ultimo debito e sarà “finalmente felice”.

Il risultato di tali riflessioni? Rimane nella fossa finanziaria per anni.

In 15 anni che imparo le tecniche di gestione della realtà, ho avuto la possibilità di leggere più di 100 libri su questo tema e ho seguito 20 corsi di formazione. Ho parlato sull’argomento con psicologi in Russia, Europa e Stati Uniti…

Come insegna la maggior parte degli esperti del settore a pensare correttamente a un obiettivo?

Bisogna immaginare chiaramente la cosiddetta diapositiva del fine, in cui l’obiettivo è già stato raggiunto. E qui, le persone si immergono nelle fantasie…

Così, una persona impantanata nei debiti inizia a immaginarsi dalla mattina alla sera il giorno in cui pagherà il suo ultimo debito e diventerà finalmente felice. (Ricordi, prima ne dedicava solo il 5% del proprio tempo per questo?).

Una donna che sogna una vita di coppia felice immagina un matrimonio di lusso con “quell’Unico” uomo che ha conosciuto pochi giorni fa…

Questo può durare per mesi (o per anni) e nella maggior parte dei casi finisce con una delusione nella diapositiva del fine, nelle fantasie e nella vita reale.

Vediamo un altro algoritmo, seguendo il quale aumenteranno di molte volte le probabilità di successo, e non in una prospettiva lontana, ma nei prossimi giorni o settimane.

In primo luogo, assicurati di pensare al tuo obiettivo e non ai mezzi per raggiungerlo. Per farlo, rileggi attentamente la prima parte di quest’articolo. Se ti ricordi, il 75% del successo è legato esattamente a questo punto.

Immagina il giorno in cui realizzi il tuo sogno, o raggiungi un obiettivo importante. Ecco, immagina di aver ottenuto oggi un nuovo lavoro /dato alla luce un figlio /pagato tutti i debiti /terminato la costruzione della casa /comprato una macchina che sognavi. Che ne dici? Com’è? Ti emoziona?

E ora fermati e, soprattutto, visualizza mentalmente l’immagine per un mese e mezzo in avanti. Visualizza come vivi TRA UN MESE E MEZZO O DUE MESI dopo aver raggiunto il tuo obiettivo.

Ecco, proprio QUESTA immagine deve essere la base della tua diapositiva del fine.

Per la situazione con i debiti, ad esempio, la diapositiva potrebbe essere questa: “Sono finanziariamente libero/a (ho pagato tutti i debiti un mese e mezzo fa). Quando mi sveglio la mattina, guardo il mondo in modo diverso, vivo in modo diverso, respiro in modo diverso”.

Coloro che sono adesso in rovina finanziaria capiscono di cosa sto parlando.

E ora prova a “disegnare” la diapositiva del fine per i tuoi obiettivi principali secondo l’algoritmo proposto. E tra 2-3 settimane mi scriverai cosa sarà cambiato nella tua vita. 😉

Vorrei sottolineare ancora una volta che è totalmente sbagliato visualizzare la diapositiva del fine riguardante quel giorno preciso in cui raggiungi il tuo obiettivo: paghi l’ultimo debito/ti trasferisci in un’altra città o paese/trovi un lavoro ben pagato/partorisci un figlio eccetera.

Tali diapositive non funzionano, o, addirittura, lavorano contro di te, ritardando il raggiungimento degli obiettivi più significativi.

Per la natura è energicamente sconveniente se ci dirigiamo verso i nostri obiettivi attraversando grandi ostacoli.

Sorge una domanda ovvia: perché la maggior parte delle persone hanno un percorso di vita piuttosto turbolente, tutt’altro che facile e piacevole?

Uno degli errori principali nel nostro modo di pensare è dare l’eccessiva importanza ai nostri obiettivi. Ci sembra così naturale desiderare qualcosa con tutta l’anima, con tutto il cuore, dalla trepidazione del corpo alla vibrazione della voce. E come può essere altrimenti?!

Guarda una persona che per anni non riesce a uscire dai debiti. Come può evitare di dare troppa importanza al proprio obiettivo?

Oppure, una coppia sposata che sogna da molto tempo di avere un figlio. Se tutti i loro tentativi falliscono, come possono non darne importanza?

O, per esempio, una giovane donna che si addormenta e si sveglia da sola da anni?

Poche persone sanno porsi degli obiettivi significanti e, allo stesso tempo, non attribuirli eccessiva importanza.

Ecco, l’eccessiva importanza dell’obiettivo è una delle due cause principali dell’emergere dei seri ostacoli sul percorso verso questi obiettivi.

Opzione alternativa

Esistono diversi strumenti per diminuire l’importanza di un obiettivo. Il primo strumento efficace è un’opzione alternativa.

Immagina che il tuo obiettivo non sia stato ancora raggiunto. Non sei riuscito/a a raggiungerlo in un periodo di tempo che desideravi.

●    Non sono riuscito/a a pagare i debiti in 6 mesi come pensavo…

●    Anche questo mese non siamo riusciti a concepire un figlio come volevamo…

●    Anche per il mese successivo (tre mesi successivi) ti addormenterai da solo/a…

Sostituisci con la tua opzione alternativa.

Fatto?

E adesso immagina come vivi in questa nuova situazione? Cosa fai? Che atteggiamento hai verso te stesso/a e verso la vita? Continui a dirigerti verso il tuo obiettivo? Hai almeno un po’ di forza per godere il sole al mattino? 😉

Non hai forza? E se provassi a cercarla?!

Se hai fatto tutto correttamente, allora, adesso il tuo obiettivo dovrebbe essere meno importante per te. Il che significa che hai fatto un altro piccolo, ma molto significativo passo verso il tuo sogno.

Altri modi per diminuire l’importanza e strumenti aggiuntivi per lavorare con gli ostacoli potrai conoscere nel training GESTIONE DELLA REALTÀ >>

Eccellente Donna


Quando comincerai a vincere? Diapositiva del fine. Opzione alternativa

Questo corso è per te se…

  • Vuoi rivelare la tua femminilità e seguire il tuo istinto naturale?
  • Sogni di migliorare la relazione con il tuo uomo o attrarre un uomo valido, se non ne hai ancora.
  • Vuoi lavorare su te stessa per cambiare la vita in meglio.
  • Vuoi scuotere te stessa e lasciare che le opportunità entrano nella tua vita.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!

Loading