Per iniziare a costruire l'armonia nella vita bisogna a partire da se stessi.

Per risolvere una situazione di conflitto non devi lottare contro chi distorce i tuoi ideali e la tua visione, devi semplicemente ridurre l'importanza delle tue aspettative.

Cosa c'entra il subconscio?

Il subconscio è l'esecutore dei tuoi desideri inconsci.

Vuoi far capire a qualcuno cosa deve fare della sua vita? Bene, il tuo subconscio creerà situazioni in cui potrai realizzare questo tuo desiderio.

In modo apparentemente inspiegabile, ti circonderai di persone e di situazioni contro le quali potrai lottare. Il tuo subconscio eseguirà la tua inconscia (ma, vera e propria!) richiesta.

Esiste una via d'uscita?

È possibile non coinvolgersi in una lotta senza fine, che distrugga tutto ciò che potrebbe rendere la vita più facile e più felice?

Certo, basta semplicemente smettere di lottare contro ciò che non soddisfa le tue aspettative.

Se non corrisponde alle tue aspettative, accettalo così come è.

Non abbiamo creato noi questo mondo, non lo possiamo rifare.

È un'illusione che tu possa cambiare qualcuno.

Liberati dal giudizio, smetti di lottare, impara ad accettare il mondo e gli altri così come sono.

Se riuscirai a farlo, potrai indirizzare le forze risparmiate sulla creazione. Potrai costruire una vita felice, una vita di successo. La TUA vita.

Hai sentito questi consigli tante volte, e alla fine, niente è cambiato?!

Come si fa ad "accettare" il figlio con i voti bassi? Il marito che guadagna poco? I genitori invadenti? I dipendenti incapaci o pigri? I chili in eccesso?

È difficile accettare. Ecco perché si ottengono la lotta continua e le infinite preoccupazioni. I conflitti manifestati o soppressi. L'ipertensione, le malattie, la sensazione di disperazione o di solitudine. La depressione che viene dall'impossibilità di cambiare qualcosa.

La nicotina, l'alcol, i calmanti o la conversazione con una "brava persona" aiutano, ma solo temporaneamente.

Semplici consigli tipo "accetta il mondo così com'è" funzionano raramente. Ci vuole qualcosa di più funzionale.

Cosa fare

Prima di tutto devi individuare le tue aspettative eccessive che potrebbero distruggere (o già da tempo distruggono) la tua vita, ovvero, le IDEALIZZAZIONI.

L'idealizzazione è una cosa immaginaria, un'aspettativa alla quale si attribuisce eccessiva importanza.

Se quest'aspettativa non si realizza, sorge un desiderio di correggere, di trovare una soluzione, quindi, inizia una lotta interiore o esteriore per "fare ordine".

Alla fine, la tua vita si trasforma in una continua ricerca e lotta contro le deviazioni da ciò che tu ritieni giusto.

Anche quando la tua lotta non porta ai risultati desiderati, anzi, spesso comporta i risultati indesiderati, tu, continui a lottare.

Non te ne accorgi neanche. Fa parte della tua vita.

Prova a riflettere se davvero vale la pena di continuare a litigare con i tuoi genitori, se lo fai ormai da dieci o vent'anni e non è cambiato nulla in questo periodo?!

Non ti viene in mente di smettere di rimproverarti per i tuoi chili in eccesso? Sono rimasti con te e hai sprecato per liberartene un sacco di energia, tempo e denaro.

Perché dovrei smettere? È giusto lottare!

Invece, devi smettere, altrimenti vedrai allontanarsi da te la vita felice.

Compito da fare: Diario di auto-osservazione

Rileva le tue aspettative eccessive.

Per individuare le aspettative eccessive devi annotare nel diario di auto-osservazione tutte le tue preoccupazioni (per un periodo di circa 3 mesi).

Dividi il foglio in 3 colonne.

Nella colonna di sinistra, devi descrivere la tua ennesima preoccupazione.

Nella colonna centrale, devi individuare la tua idealizzazione, quella che genera questa preoccupazione. Come si fa ad individuare un'idealizzazione? Prima, descrivi l'aspettativa: come deve essere la situazione per farti sentire soddisfatta. E dopo, fai una conclusione: cosa esattamente ha comportato la tua insoddisfazione?

Nella colonna di destra, ti impegni a rimanere calma e positiva al verificarsi di una situazione simile. Ecco un esempio di come si fa >>

Tenere un diario è un gioco da ragazzi, basta farlo regolarmente. L'importante è non farlo leggere a nessuno.

ATTENZIONE! Non cercare di individuare le tue idealizzazioni senza scrivere le tue preoccupazioni, semplicemente osservando te stesso/a. Le tue preoccupazioni sono una parte così naturale della tua vita, che semplicemente non sarai in grado di rintracciare l'idealizzazione.

Le ideazioni si ripetono

La lista di eccessive aspettative nella maggior parte delle persone è più o meno la stessa. Le combinazioni possono essere diverse, ma le idealizzazioni sono piuttosto comuni.

Eccellente Donna

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!