In questo articolo scoprirai tutto sull'equilibrio acido base del corpo umano.

Scoprirai quali sono i valori normali del pH del sangue, delle urine e della saliva.

Come misurare il pH, quali rischi comporta lo squilibrio delle sostanze acide e alcaline, e, infine, come ripristinare l'equilibrio acido base.

Che cosa è l'equilibrio acido base?

📌 È un l'insieme dei processi fisiologici nell'organismo per mantenere un livello di acidità compatibile con lo svolgimento delle principali funzioni metaboliche.

L'equilibrio acido base è caratterizzato da un indicatore specifico; è il pH (powerhydrogen - potenza dell'idrogeno), che indica il numero di atomi dell'idrogeno in questa soluzione.

La scala del pH

La scala di misurazione del pH va da 0 a 14. Quando il pH è pari a 7,0, si parla di un ambiente neutro.

Più basso è il pH, più acido è l'ambiente (da 6,9 a 0).

La scala del pH

☝ L'ambiente alcalino invece, ha un alto livello di pH (da 7,1 a 14,0).

Il corpo umano ha un determinato rapporto acido basico, caratterizzato dall'indicatore pH (idrogeno).

📌 Il valore del pH dipende dal rapporto tra ioni positivi (quelli che formano un ambiente acido) e ioni negativi (quelli che formano un ambiente alcalino).

L'organismo cerca continuamente di bilanciare questo rapporto, mantenendo un determinato valore del pH.

☝ Uno squilibrio può comportare gravi malattie.

Come si misura il pH?

È possibile misurare il pH attraverso un semplice test con strisce reattive. Si fa rapidamente eseguendo alcuni semplici passi:

1.    Estrarre la striscia reattiva dalla confezione.

2.    Inumidirla con urina o saliva.

3.    Confrontare i valori sulla striscia reattiva con i valori indicati nella tabella colorata all'interno della confezione.

4.    Valutare i risultati confrontandoli con l'orario del giorno.

☝ Se il valore del ph delle urine varia tra 6,0 e 6,4 al mattino e tra 6,4 e 7,0 la sera, allora, l'organismo funziona correttamente.

Valori normali del pH delle urine

Se il valore del pH della saliva persiste tra 6,4 e 6,8 per tutto il giorno, anche questo indica la salute dell'organismo.

☝ Il pH ottimale della saliva e delle urine è leggermente acido, entro 6,4-6,5.

Il momento migliore per misurare il pH è 1 ora prima dei pasti o 2 ore dopo i pasti.

☝ Misura il pH 2 volte a settimana per 2-3 volte al giorno.

Valori normali del pH delle urine

I risultati dei test sull'equilibrio acido base delle urine mostrano se il corpo assorbe bene i minerali come calcio, sodio, potassio e magnesio.

Questi minerali regolano i livelli di acidità nell'organismo.

Se l'acidità è troppo alta, l'organismo cerca di neutralizzare l'acido.

☝ Per neutralizzare l'acido in eccesso, che inizia ad accumularsi nei tessuti, l'organismo è costretto a "prestare" minerali da diversi organi e dalle ossa. In questo modo avviene la regolazione del livello di acidità.

Valori normali del pH della saliva

📌 I risultati del test sull'equilibrio acido base della saliva mostrano l'attività degli enzimi dell'apparato digerente, in particolare, del fegato e dello stomaco.

Questo indicatore fornisce un'idea del funzionamento sia dell'intero organismo nel suo complesso sia dei suoi singoli sistemi.

A volte si verifica un aumento dell'acidità sia dell'urina che della saliva. In questi casi, si parla di "doppia acidità".

Equilibrio acido base del sangue

L'equilibrio acido base del sangue è una delle costanti fisiologiche più "dure" dell'organismo.

Normalmente, questo indicatore varia nel raggio di 7,35-7,45.

Equilibrio acido base del sangue

☝ Lo spostamento del valore di almeno 0,1 comporta uno squilibrio della funzione del sistema cardiorespiratorio.

Con la variazione del pH del sangue di 0,3 si verificano grandi cambiamenti nel funzionamento del sistema nervoso centrale (con tendenza verso l'oppressione delle sue funzioni o sovra eccitazione).

Invece la variazione del valore di 0,4, comunemente, non è compatibile con la vita umana.

IL TUO CORPO È ACIDO O ALCALINO?

17 SEGNI DI SQUILIBRIO ACIDO BASE

Acidità eccessiva dell'organismo

Lo squilibrio del pH nell'organismo della maggior parte delle persone si manifesta attraverso un'eccessiva acidità (acidosi).

☝ In questa condizione, l'organismo non assorbe bene minerali come calcio, sodio, potassio e magnesio.

Gli organi vitali soffrono per la mancanza di questi minerali.

L'acidosi non rilevata in tempo potrebbe continuare a causare danni all'organismo (gradualmente e impercettibilmente), per diversi mesi o, addirittura, anni.

Cause di acidosi

L'acidificazione dell'organismo può verificarsi per molte cause. Ecco alcuni di queste:

●    abuso di alcol, fumo;

●    ipoglicemia (glucosio nel sangue ridotto);

●    insufficienza epatica e/o renale;

●    scorretta alimentazione;

●    ipossia (ridotto contenuto di ossigeno nell'organismo);

●    disidratazione;

●    aggravarsi del diabete;

●    processi infiammatori gravi;

●    assunzione di alcuni farmaci;

●    eccesso di attività fisica per un lungo periodo.

Cosa comporta l'acidosi

Con l'acidosi possono apparire i seguenti disturbi:

●    malattie del sistema cardiovascolare, tra cui spasmo vascolare persistente, aumento della pressione sanguigna, diminuzione della concentrazione di ossigeno nel sangue;

●    malattie (disturbi) dei reni e della vescica, formazione dei calcoli;

●    crisi respiratoria;

●    aumento di peso e diabete;

●    fragilità delle ossa, così come altri disturbi del sistema muscolo-scheletrico, ad esempio, la formazione di osteofiti (speroni);

●    dolori articolari e dolori muscolari associati all'accumulo di acido lattico;

●    alterazione dell'immunità;

●    aumento di effetti nocivi dei radicali liberi, che potrebbero contribuire allo sviluppo del processo oncologico;

●    debolezza generale, disturbi evidenti delle funzioni vegetative.

Alcalinità eccessiva dell'organismo

☝ L'elevato contenuto di alcali nell'organismo (alcalosi), così come con l'acidosi, provoca uno scarso assorbimento dei minerali.

Il cibo si digerisce molto più lentamente, il che permette alle tossine di passare dal tratto gastrointestinale nel sangue. Il pH troppo alcalino è pericoloso e richiede una cura in ambulatorio.

Generalmente è la conseguenza di iperventilazione polmonare, vomito grave, disidratazione o assunzione dei farmaci contenenti alcali.

Come ripristinare l'equilibrio acido base?

Nel processo di attività vitale dell'organismo, si formano sia prodotti di decomposizione acidi che alcalini, e i primi si formano maggiormente dei secondi.

Le difese dell'organismo, quelle che garantiscono l'immutabilità dell'equilibrio acido base, mirano a neutralizzare e ad eliminare principalmente i prodotti di decomposizione acidi.

☝ Hai la possibilità di aiutare il tuo organismo a mantenere un sano equilibrio del pH, prima di tutto, scegliendo correttamente la tua alimentazione.

Equilibrio acido base e alimentazione

Tutti gli alimenti possono essere suddivisi in acidi e alcalini.

Equilibrio acido base e alimentazione

Acidità degli alimenti

📌 Tutti gli alimenti hanno una un determinato grado di acidità:

1-6 - alimenti acidi,

7 - alimenti neutri,

8-10 - alimenti alcalini.

Gli alimenti acidi sono:

●    caffè, tè nero, cacao, tutte le bevande alcoliche, succhi di frutta confezionati;

●    zucchero e tutti i prodotti che lo contengono (caramelle, cioccolato, bevande gassate dolci, succhi zuccherati e bevande alla frutta, confetture e marmellate, frutta marinata), edulcoranti artificiali;

●    prodotti facenacei (soprattutto di farina bianca), pasta, legumi (ad eccezione di fave e piselli nei baccelli freschi), riso, grano saraceno, mais, fagioli coll'occhio e fagioli rossi, arachidi, noci (ad eccezione di mandorle), avena, semi di zucca e di girasole;

●    carne rossa, carne bianca, pesce;

●    uova;

●    i prodotti lattiero-caseari (ad eccezione del latte fresco e siero e ricotta molto freschi fatti in casa);

●    ostriche, cozze, gamberi, aragoste.

Gli alimenti alcalinizzanti sono:

●    tutti i frutti freschi e secchi, spremute di frutta non zuccherati, bacche;

●    gli ortaggi, succhi di verdura, verdure a foglia verde, alghe;

●    olio di oliva, olio di lino e olio di canola (colza);

●    tè verde e tissane;

●    miele fresco in favo;

●    funghi;

●    miglio, riso selvatico;

●    latte materno;

●    stevia.

☝ Naturalmente, dobbiamo mangiare sia gli uni che gli altri (ogni alimento è a suo modo utile), ma allo stesso tempo dobbiamo osservare la proporzione.

Nel nostro menù dovrebbero esserci 2-3 volte più alimenti alcalinizzanti rispetto ad alimenti acidi.

Purtroppo, per vari motivi, non sempre si riesce a mantenere tale equilibrio. 😞

Pertanto, un'ottima aggiunta alla corretta alimentazione possono essere integratori alimentari.

Eccellente Donna

EASY. DETOX. INIZIO 
7 PASSI VERSO TE STESSO

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!