I nutrizionisti suggeriscono di bere kefir per combattere meteorismo, stitichezza e colite.

Alle persone che soffrono di disturbi del tratto gastrointestinale si raccomanda di inserirlo nella dieta e consumarlo in piccole quantità più volte al giorno.

Un minimo squilibrio può provocare un aumento di produzione di gas intestinali e flatulenza.

L’eccessiva produzione di gas indica disfunzione dell’apparato gastrointestinale. Immaginare il disturbo non è difficile. La sensazione assomiglia a una formazione di bollicine di gas nell’intestino, il che provoca gonfiore addominale, flatulenza e dolori allo stomaco.

I motivi principali di un’eccessiva produzione di gas intestinali sono diversi:

  • abuso regolare o singolare di pasti grassi;
  • alimentazione caotica;
  • abuso di cibi pesanti o di singoli alimenti che causano fermentazione e gonfiore addominale.

Il meteorismo non è un problema occasionale, se trascurato, l’intestino diventa terreno fertile per i germi. La situazione con il tempo peggiorerà ulteriormente.

La fermentazione e il gonfiore possono addirittura provocare le malattie del fegato, dello stomaco, dell’intestino.

L’eccessivo consumo di dolciumi e di acqua frizzante può causare la flatulenza anche nelle persone sane.

L’alto contenuto di amido negli alimenti influisce negativamente sulla salute. Spesso il consumo di legumi, cavolo o patate contribuisce all’accumulo di gas nell’intestino e provoca gonfiore addominale.

Non c’è bisogno ricorrere subito a costosi farmaci. Combattere la pancia gonfia si può con prodotti lattiero-caseari probiotici.

Kefir: benefici per la salute

Il kefir è un alimento che aiuta a normalizzare il funzionamento dell’apparato digerente, attenuare i sintomi del meteorismo e ridurre la flatulenza:

  • distrugge gli agenti patogeni;
  • causa la scissione della caseina grazie al contenuto di acido lattico;
  • favorisce l’assorbimento di ferro, di vitamina D, di calcio;
  • elimina le tossine dall’organismo;
  • inibisce la crescita di batteri patogeni.
Bisogna essere attenti al consumo del prodotto fresco, è consigliabile lasciarlo riposare circa 24-48 ore in modo che possa arricchirsi di elementi necessari.

Il Kefir è un ottimo rimedio dopo un’intossicazione alimentare. Non da assumere subito dopo, ma dopo un trattamento di intossicazione. Il suo compito è quello di normalizzare il funzionamento dello stomaco e dell’intestino.

Kefir per pancia gonfia, stitichezza e colite 2

Come curarsi con il Kefir

Prodotti lattiero-caseari probiotici devono essere consumati lontano dai pasti:

  • un bicchiere di kefir tiepido dopo circa tre quarti d’ora/un’ora da una colazione leggera (una piccola porzione di cereali, soufflé di ricotta);
  • un bicchiere di kefir nel pomeriggio, un paio d’ore dopo il pranzo;
  • un bicchiere di kefir la sera, tre quarti d’ora/un’oretta circa prima di coricarsi.

Il kefir è dotato di una buona acidità, e molti aggiungono un po’ di zucchero. Meglio evitare.

Lo zucchero non influisce sulla quantità di formazione dei gas intestinali ma l’eccesso di carboidrati non porta alcun beneficio.

È importante prestare attenzione al contenuto di grassi nella bevanda, soprattutto per le persone con predisposizione a ingrassare. Sarà molto più utile il kefir ottenuto da latte scremato.

Il gonfiore addominale è il risultato di uno scorretto stile di vita!

Se non hai malattie croniche del tratto gastrointestinale devi consultare un medico nutrizionista per rivedere la tua alimentazione. A volte è sufficiente aggiungere kefir in alcuni piatti oppure prepararli con prodotti a basso contenuto di grassi.

Insalate di ortaggi e verdure fresche fanno bene tutto l’anno. Ma se contengono legumi, patate, maionese, bisogna prepararsi a una maggiore produzione di gas. Si tratta di prodotti che possono provocare fastidiose conseguenze a livello intestinale.

ESERCIZI DI RESPIRAZIONE PER LA PANCIA PIATTA >>

Dunque, per prevenire il gonfiore addominale bisogna seguire alcune regole:

  1. Insalata di pomodori, cetrioli o verdure è preferibile condirla con il kefir ottenuto dal latte scremato.
  2.  Alcuni tipi di frutta e bacche provocano la fermentazione, quindi, meglio fare dei frullati a base di kefir.
  3. Se hai voglia di coccolarti con un panino dolce, meglio farlo bevendo poi il kefir.
  4. Se vuoi concederti un dessert e evitare problemi con l’intestino, preparalo a base di kefir. Ad esempio, una banana frullata con kefir aiuterà ad alleviare il bruciore allo stomaco e a ridurre l’eruttazione.

Questo tipo di alimentazione favorisce la normalizzazione del funzionamento dell’organismo. Non per niente la maggior parte delle diete per contrastare il meteorismo e prevenire la flatulenza si basano sul consumo di prodotti lattiero-caseari probiotici. Perché aiutano a purificare facilmente l’organismo dalle tossine e a liberarsi dalla pancia gonfia, normalizzando il lavoro dell’intestino e rafforzando il sistema immunitario.

Qualsiasi alimento può portare benefici o essere dannoso per la salute. Il kefir non fa esclusione.

Kefir: effetti collaterali

Nonostante il kefir abbia tanti benefici per la salute non bisogna mai abusarne. Le persone con alcuni disturbi devono rinunciarvi del tutto o consumarne piccole quantità e con un limitato contenuto di grassi.

Accorgimenti per le persone:

  • con iperacidità;
  • con patologie gastrointestinali;
  • con gastrite cronica.

Ma non costringerti a rinunciare a questa bevanda “miracolosa” di tua iniziativa, fatti raccomandare la dose da assumere, insieme ad un corretto regime alimentare, da un medico nutrizionista, dopo un’attenta valutazione.

Tatiana Rozhko

PANCIA PIATTA CON L’ACQUA SASSY >>

PANCIA PIATTA VELOCEMENTE >>

Summary
Kefir per pancia gonfia, stitichezza e colite
Article Name
Kefir per pancia gonfia, stitichezza e colite
Description
Nonostante il kefir abbia tanti benefici per la salute non bisogna mai abusarne. Le persone con alcuni disturbi devono rinunciarvi del tutto o consumarne piccole quantità e con un limitato contenuto di grassi.
Author
Eccellente Donna