Gli istruttori di fitness non amano i fisioterapisti per la loro eccessiva prudenza e cautela. 😉

Perché il fitness classico può essere dannoso?

I fisioterapisti, a loro volta, ritengono che gli istruttori di fitness “ammazzano” le persone con i loro attrezzi perché si preoccupano solo della forma fisica e non della salute, e aggiungono anche lavoro ai fisioterapisti.

Il fitness classico punta principalmente a lavorare con lo strato superficiale dei muscoli: rafforzare glutei, addome, bicipiti.

Eppure, il nostro corpo è un’unica struttura in cui tutto è interconnesso, non bisogna lavorare con un solo gruppo muscolare e ignorare gli altri.

Il nostro compito è quello di attivare i muscoli più profondi, rafforzare il core dall’interno, e in questo modo possiamo ottenere l’effetto “wow” anche dall’esterno.

“Non ha senso ristrutturare la facciata se l’impianto idraulico perde”.

Non possiamo ignorare l’anatomia femminile:

il nostro pavimento pelvico ha una struttura diversa rispetto a quella degli uomini. Perciò le caratteristiche anatomiche femminili devono essere prese in considerazione nel programma di allenamento.

Idealmente, quando vieni in palestra e ti iscrivi a un programma individuale, l’allenatore dovrebbe non solo fare una valutazione del tuo sistema muscolo-scheletrico, ma anche farti delle domande sullo stato dei muscoli del pavimento pelvico, quante volte hai partorito e quanto tempo fa, chiedere se ci sono delle perdite urinarie quando salti o corri.

Sì, tutte queste domande sono incredibilmente imbarazzanti, ma sono fondamentali per costruire la base di un programma di allenamento, poiché il fitness possa migliorare le condizioni del pavimento pelvico invece che peggiorarle.

Nella maggior parte dei casi le mie clienti sono donne 40+ che hanno avuto almeno un parto. Perché?

Perché prima del parto il corpo è in grado di compensare il carico fisico sbagliato o eccessivo avuto nella vita di tutti i giorni o in palestra.

Invece, il parto è come un grilletto, attiva tutti i problemi (con i punti deboli) del nostro organismo. E per molte donne il fitness classico si rivela un carico eccessivo.

Nel migliore dei casi aiuta a ridurre il peso e nel peggiore – provoca danni alla salute.

La gravidanza è temporanea. Il periodo dopo il parto è per sempre.

Dobbiamo prendere in considerazione l’anatomia dell’organismo femminile nel programma di allenamento.

Il principio di fitness femminile è il rafforzamento dall’interno verso l’esterno.

Il nostro obiettivo non è quello di rassodare glutei o addominali. Il nostro compito è lavorare con il corpo a 360°.

Per prima cosa dobbiamo rafforzare l’organismo dall’interno, e così il corpo cambierà dall’esterno.

Promettiti di prenderti cura di te stessa!

Il tuo corpo ha fatto il più grande miracolo: ti ha dato i figli. Ed è già per questo che deve essere amato e rispettato. Ringrazialo per questo e aiutalo a diventare più forte e più sano. 😉

Si può correre, saltare dopo il parto?

Fare attività fisica nel periodo postpartum richiede una particolare attenzione. Nel tentativo di dimagrire e rafforzare i muscoli, molte neomamme scelgono l’attività fisica più praticabile: la corsa.

“Rimettersi in forma dopo il parto” NON equivale a “dimagrire”!

Pensa a come è cambiato il tuo corpo durante il parto. Bacino, legamenti, tessuti: tutto si è allargato e dilatato per far uscire il bambino, ora il tuo compito è quello di rafforzare i muscoli del pavimento pelvico.

Anche se tuo figlio è nato con il taglio cesareo, durante tutti i 9 mesi i tuoi muscoli pelvici hanno subito il carico, i tessuti sono dilatati, il bacino si è allargato.

La corsa è legata a seri carichi d’urto. Quando corri, ad un certo punto entrambi i tuoi piedi si ritrovano sollevati da terra e poi uno di questi atterra con un urto. Questo momento rappresenta una seria prova per i muscoli del pavimento pelvico indeboliti dalla gravidanza e dal parto.

Per lo stesso motivo, non bisogna saltare, nemmeno con la corda per saltare, fare affondi profondi e squat, sollevare pesi. Tutto questo può aggravare molto la condizione dei muscoli del pavimento pelvico già indeboliti.

Ovviamente, puoi accovacciarti per raccogliere giocattoli sparsi o correre per raggiungere l’autobus in partenza, ma non farlo come allenamento. 😉

C’è bisogno di rafforzare i muscoli della schiena?

Almeno la metà delle donne (o quasi tutte!) si lamenta del mal di schiena dopo il parto, associato alla necessità di tenere in braccio il bambino.

Se hai mal di schiena, allora c’è uno spasmo muscolare. Non devi rafforzare i muscoli in questo stato perché il problema si aggraverà ancora di più. Devi rilassarti! Vedi gli ESERCIZI >>

Se la schiena è il tuo punto debole perché prendi tuo figlio in braccio, passi molto tempo al computer, o comunque hai uno stile di vita sedentario, è inutile rafforzare i muscoli della schiena con iperestensioni.

Durante l’esecuzione delle iperestensioni c’è il rischio che la colonna vertebrale si pieghi eccessivamente e lo spasmo dei muscoli lombari si aggraverà.

Rafforziamo i muscoli della schiena con una varietà di plank e ponte glutei. E niente esercizi dannosi con il mal di schiena!

  • Niente allenamento addominale con semplici torsioni!
  • Niente iperestensione!
  • Niente esercizi con le tecniche sbagliate, tanto più se si ha dolore alla schiena. 😉

Allenati con me! Prenota una lezione GRATUITA >>

Come ho già detto, non si tratta di fitness classico. Allora, qual è la particolarità degli esercizi che propongo?

🙂 Io li chiamo Ginnastica Femminile. Esercizi che mirano a rafforzare il corsetto interno (o CORE) e il PAVIMENTO PELVICO.

Inizieremo ogni esercizio con la postura corretta, la mobilizzazione del bacino, la respirazione e la contrazione dei muscoli del pavimento pelvico, questo aiuterà ad attivare gli strati più profondi dei muscoli, ci proteggerà da inutili pressioni intra-addominali, cioè proteggerà il pavimento pelvico e sarà anche un’eccellente prevenzione dei problemi legati alla salute intima.

Perché gli esercizi addominali tradizionali sono inutili?

Rifletti: perché alleniamo gli addominali? Per eliminare la pancia, vero?

Il muscolo interessato nei classici esercizi addominali è il retto dell’addome, è responsabile dell’estetica: del rilievo, della tartaruga addominale.

Per una pancia tonica sono responsabili i muscoli trasversali e obliqui, che come un corsetto, trattengono gli organi interni. E proprio a questi muscoli bisogna prestare la massima attenzione, ed è ciò che faremo.

Unisciti a noi >>

Personal trainer, life coach Dott.ssa Svetlana Rechkova


Transurfing e Corpo ads

Lavoro con il corpo abbinato alle migliori pratiche di Transurfing.
2 LEZIONI GRATUITE 20 E 22 GIUGNO ALLE 18.30
Se vuoi vivere una vita felice e completa devi imparare a mantenere l’armonia tra 3 componenti essenziali: IL CORPO, L’ANIMA e LA MENTE.
PRENOTA e imparerai un sapiente utilizzo dell’energia nella direzione a te più favorevole.
Il principio alla base del Transurfing è che l’uomo con i suoi pensieri forma la sua realtà.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere notizie da Eccellente Donna!

Loading